Commenta

Con Visioli e Arduini
la Nazionale a Carrega:
si sogna Mondiale 2017

carrega-orienteering-visioli_ev

Nella foto due momenti del raduno della Nazionale

BOSCHI DI CARREGA (SALA BAGANZA) – Non mancano le novità, se si parla di podismo e sport orienteering, tra Casalmaggiore e Martignana. Con ampio riferimento e aggancio anche alla vicina provincia di Parma. Tutto ruota attorno alla figura di Andrea Visioli, casalese doc che vive ora a Martignana di Po, dove ha fissato la sede della nuova società da lui costituita, la Eridano Adventure Asd. Partiamo da qui, perché proprio l’Eridano Adventure, inteso come gara, è in preparazione: si correrà il prossimo 6 marzo, una domenica come sempre, ma ha già raccolto 32 iscritti nell’anno vecchio. “E il dato più positivo – precisa Andrea – è che l’80% degli iscritti arrivano da Brescia, Ferrara, Mantova e Ravenna, il che fa ben sperare se tutti i vecchi iscritti confermeranno la presenza”.

La terza edizione della corsa off road, che rientra di diritto nel calendario trail 2016, non è però la novità più immediata. Anzi, proprio lunedì mattina Andrea Visioli ha supervisionato l’allenamento della Nazionale italiana di orienteering ai Boschi di Carrega, a Sala Baganza, in provincia di Parma, luogo a lui carissimo, dove per anni da consigliere Fiso ha allestito gare e training. Con lui anche l’altro casalese Corrado Arduini, sempre pronto nell’aiuto cartografico grazie alla sua esperienza in materia. “Dal 1999 mi muovo in questa direzione – spiega Visioli – e operando in continuità possiamo ora anche gestire i 25 impianti cartografici omologati dal Coni”. Di fatto, passando dal Cus Parma alla propria società della quale è presidente, l’Eridano Adventure Asd appunto, non cambiano gli impegni per Andrea. “Semplicemente siamo più indipendenti nell’operatività e questo comporta maggiore responsabilità ma anche maggiori soddisfazioni”.

Quello di Carrega, in programma da lunedì a mercoledì, è intanto un test per un evento ancora più importante. “Sono presenti 57 atleti, sia delle nazionali giovanili che di quella maggiore e faranno tre allenamenti, mattina, pomeriggio e sera, per tre giorni in questa zona dove la neve è scesa ma consente comunque di allenarsi bene. Martedì sera poi presenteremo la Nazionale alla cittadinanza di Sala Baganza e porterò il saluto di Agisko, uno degli sponsor che da sempre ci segue e del quale sono ambasciatore”. Già, ma quale sarà l’evento clou? “Siamo in corsa per organizzare i Campionati Mondiali Studenteschi: se avremo la possibilità di vincere questa sfida, nel 2017 uniremo le forze assieme al Ministero. La provincia di Parma, con i suoi impianti, è praticamente già candidata come organizzazione, avendo ospitato gli Italiani Studenteschi lo scorso ottobre. Diciamo che un Mondiale organizzato da Eridano Adventure Asd sarebbe per il sottoscritto e per chi mi ha sempre sostenuto l’apice di 16 anni di lavoro ininterrotto. Vediamo: intanto continuiamo a darci da fare e aspettiamo una grande partecipazione il prossimo 6 marzo a Martignana per l’Eridano”. Un passo alla volta, insomma.

Giovanni Gardani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti