Commenta

Ats Valpadana e Asst
Mantova e Cremona tra
conferme e volti nuovi

oglio-po_ev

Nella foto l’ospedale Oglio Po di Vicomoscano, fulcro della sanità nel comprensorio

CREMONA/MANTOVA – Con l’anno nuovo, come previsto, la Sanità Lombarda si muove e dunque arrivano le nuove attese nomine anche per l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Cremona, per quella di Mantova e per tutti i territori che da queste dipendono. Il neodirettore generale Camillo Rossi ha firmato lunedì mattina le delibere di assegnazione di due incarichi di vertice su tre, dunque le novità si registrano soprattutto sotto il Torrazzo, mentre Mantova opera nel segno della continuità, come vedremo.

A ricoprire l’incarico di Direttore Socio Sanitario sarà Paola Mosa, laureata in Psicologia presso l’Università di Padova e già Direttore Sociale dell’ex ASL della Provincia di Cremona oltre che Dirigente del Servizio Famiglia e Dipartimento ASSI, e che dunque conosce già molto bene il tessuto cremonese. Per il ruolo di Direttore Amministrativo Rossi ha scelto invece Alessandra Bruschi, già Direttore della Struttura complessa Controllo di Gestione e Flussi Informatovi presso l’Azienda Ospedaliera Carlo Poma di Mantova (oggi ASST di Mantova). Classe 1977, Laurea in Economia Aziendale e doppio Master alla Bocconi in Management delle Aziende Sanitarie e Socio Sanitarie Assistenziali e in management dei trasporti, delle infrastrutture e della logistica, Bruschi è attualmente impegnata con la Direzione Welfare in Regione Lombardia nell’implementazione della riforma sanitaria. Rossi ha spiegato di avere privilegiato con la scelta della dottoressa Mosa la continuità in ambio socio sanitario, mentre la dottoressa Bruschi, nonostante la giovane età, ha già maturato esperienze gestionali di rilievo in contesti differenti. E’ un volto nuovo, ma la competenza nella gestione e nel governo delle risorse economiche aziendali è da ritenersi molto importante per l’applicazione della legge regionale sulla riforma della Sanità e, quindi, per il futuro della ASST di Cremona”.

Novità anche per l’Asst di Mantova, che come noto tocca da vicino il comprensorio Oglio Po, anche perché vi è la conferma di un casalese doc come Pier Vincenzo Storti, in carica dal 2008. Nomine dunque all’insegna della continuità nella città di Virgilio: il direttore generale Luca Stucchi ha confermato infatti Anna Gerola come direttore amministrativo e lo stesso Storti come direttore sanitario. Entrambi, come ha spiegato Stucchi, hanno sin qui operato molto bene e in sinergia. Novità, ma non troppo, con la nomina di Maurizio Galavotti come direttore socio-sanitario, già direttore sanitario dell’Asl di Mantova e dunque volto noto nel settore. Peraltro Gavalotti è stato già direttore dell’Asl di Casalmaggiore e Viadana in periodi diversi dal 1995 al 2007, dunque conosce il comprensorio Oglio Po.

Movimenti anche a livello interprovinciale: il direttore generale dell’Ats Val Padana (che raggruppa il Cremonese e il Mantovano e che ha sede a Mantova), Aldo Bellini, ha nominato a sua volta i direttori sanitario e amministrativo. Il primo è Simonetta Cinzia Bettelini, con una lunga carriera nelle Asl lombarde e negli ospedali. Il secondo è Giuseppe Albini, già direttore amministrativo dell’Asl di Cremona. “E’ stato necessario procedere immediatamente alle nomine dei nuovi direttori, in quanto i loro predecessori hanno già preso servizio in altre strutture” ha detto Bellini. “La complessità della sfida che attende questa nuova agenzia è tale da non potersi permettere troppo tempo di vacatio”. A non cambiare, almeno per il mese di gennaio 2016, sarà il direttore sociale (che poi diventerà direttore socio sanitario) Germana Tommasini, che “mi garantisce continuità con il mandato precedente, mi supporta nel primo approccio a questa nuova realtà, oltre al fatto che conosce la situazione cremonese, avendo fatto il direttore sociale all’Asl di Cremona” ha spiegato Bellini.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti