Commenta

Torricella si prepara all’undicesima edizione della Festa dal Pipén

pipen-2015-ev

Nella foto, l’edizione 2015 della Festa dal Pipén

TORRICELLA DEL PIZZO – Un solo week end d’attesa, dodici di giorni per preprare il tutto e poi, 23, 24 e 31 gennaio a Torricella del Pizzo sarà tempo per l’undicesima Festa dal Pipèn, ovvero la sagra gastronomica del piedino di maiale lessato che nel corso degli anni è diventata un must dell’inverno casalasco. L’apertura è fissata per sabato 23 alle ore 16, col mercato contadino. A seguire, aperitivo del camperista alle ore 18 e poi il comico Beppe Braida tornerà a rallegrare i commensali che, da tradizione, prenderanno d’assalto il ristotenda allestito in piazza Boldori, in una prima serata da non perdere.

La partenza col botto prevede la cena a cura della scuola di cucina di Cremona e lo spettacolo ‘Tra musica e cabaret’, che oltre all’artista di Zelig vedrà esibirsi Francesco Damiano, in arte Giallorenzo, e lo showman locale Alessandro Zaffanella. A presentare, Kseniya Zaynak, volto cremonese d’adozione spesso legato alla figura del giornalista enogastronomico Edoardo Raspelli che a Torricella è atteso in qualità di ospite d’onore per domenica 24, quando alle ore 11,30 farà da esperto all’appuntamento ‘Spalla cotta a confronto’. Il critico non mancherà di gustare le prelibatezze di casa: oltre al piedino di maiale lessato, il cotechino, le salsicce con la polenta, le cotiche con i fagioli e il Re Marubino, servito all’Osteria del Borgo.

L’ultimo giorno, domenica 31 gennaio, apertura mattutina con ‘Saperi e sapori della tradizione’, mercato di prodotti tipici che farà venire l’appetito per il pranzo all’osteria e in sala magna: sì, avete letto bene, sala magna e non serve spiegare il perché… Per tutti i presenti, nei pomeriggi domenicali, polenta pasticciata a go go. A Torricella del Pizzo e dintorni c’è chi si già è messo a dieta per la grande abbuffata di fine mese.

Simone Arrighi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti