Commenta

Pomì di pilota automatico: a Vicenza il 2016 parte da un 3-0

tifo-pomì-vicenza_ev

Nella foto i tifosi della Pomì a Vicenza

VICENZA – La Pomì Casalmaggiore comincia il girone di ritorno con un’ottima prestazione di squadra, chiudendo la pratica Obiettivo Risarcimento in un’ora e sei minuti di gioco. Match tutto di marca Pomì, al Palasport di Vicenza, nonostante Francesca Piccinini, in via di recupero dalle noie alla spalla, sia stata tenuta ancora prudenzialmente a riposo da coach Barbolini.

La cronaca. Parte forte la Pomì: le casalesi fanno vedere ottimo cose soprattutto in attacco, con in evidenza la distribuzione di gioco di Lloyd, le finalizzazioni di Tirozzi (6 punti nel primo parziale, col 75% di palloni messi a terra), l’incisività di Gibbemeyer. Bacchi, come sempre d’altronde, non fa sentire l’assenza di Piccinini. Nel secondo set, il divario tra Casalmaggiore e Vicenza si allarga se possibile ulteriormente, grazie al gioco arioso, all’ottima ricezione ed alla grande concentrazione delle rosa. Solo sul 10-21 la squadra ospite concede qualcosa; ma il time-out di Barbolini la rimette prontamente in riga. Terzo set sulla falsariga dei precedenti, con ottima prestazione corale e predominio incontrastato Pomì: grande Bacchi in difesa; e verso la fine del match si fa vedere anche Stevanovic, sinora un po’ in ombra. Casalmaggiore ottiene l’obiettivo che si era posto: andare il più presto possibile sotto la doccia, per cominciare subito a pensare all’incontro di Champions (mercoledì a Stettino contro le campionesse polacche del Chemik Police).

I commenti. Valentina Tirozzi: “Era importante riprendere il ritmo con un’ottima prestazione di squadra. Direi che ci siamo riuscite. Volevamo mantenerci in vetta, per guardare con fiducia alle prossime partite. Conegliano è una corazzata, ma noi puntiamo a tenerne il ritmo e a stargli addosso”. Lucia Bacchi: “Dopo tre settimane senza partite che contano, volevamo partire al massimo ed evitare sorprese. Siamo riuscite ad imporre il nostro ritmo sin dall’inizio. Conegliano sta giocando una pallavolo di alto livello, ma alla fine vincerà chi riuscirà a farlo con continuità, sino in fondo”.

Elisa Cella (capitano Vicenza): “Questo match era importante per noi, soprattutto per iniziare a trovare il nostro gioco. Contro squadre come la Pomì, bisogna rischiare; e l’abbiamo fatto. Non sono queste le nostre partite: è stato un test importante in vista dei futuri incontri”. Vittoria Prandi (Vicenza): “Casalmaggiore è di un altro pianeta, veramente forte in ogni fondamentale. Siamo comunque contente della nostra prestazione”.

OBIETTIVO RISARCIMENTO VICENZA – POMI’ CASALMAGGIORE: 0-3 (18-25, 16-25, 17-25)

ARBITRI: Gnani – Florian.

VICENZA: Goliat 5, Kitipova 1, Lanzini (L), Cella 10, Popovic 6, Partenio 6, Pastorello ne, Wilson 8, Prandi 3, Bisconti ne. All. Rossetto.

CASALMAGGIORE: Bacchi 8, Lloyd 4, Sirressi (L), Cecchetto ne, Ferrara ne, Gibbemeyer 13, Cambi ne, Piccinini ne, Olivotto ne, Kozuch 7, Stevanovic 5, Tirozzi 13, Matuszkova ne. All. Barbolini.

Note. Ace: Vicenza 2, Casalmaggiore 5. Muri: Vicenza 5, Casalmaggiore 7.

redazione@oglioponews.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti