Commenta

Pomì, notizie
dalla Champions:
l'Eczacibasi soffre ma vince

Positiva piuttosto per la Pomì è stata la sconfitta dell’Azerrail Baku, terza nel girone A: nell’ottica infatti del passaggio come miglior terza, è bene che nessuna delle attuali terze degli altri gironi raggiunga i 3 successi.
eczacibasi-prostejov_ev
Nella foto un momento della sfida tra Eczacibasi e Prostejov

CASALMAGGIORE – Alla vigilia della sfida di Champions League tra Chemik Police e Pomì Casalmaggiore, che potrebbe decretare mercoledì pomeriggio alle ore 18 il primo posto nella pool C e soprattutto garantire alla vincente il passaggio del turno alla fase dei playoff a 12, giungono discrete notizie per le rosa dalle altre sfide già giocate.

Notizie che potevano essere addirittura ottime, per la verità: nell’altra partita del girone infatti l’Eczacibasi ha superato sì l’Agel Prostejov, Cenerentola del girone, ma lo ha fatto soffrendo oltre misura. Le ceche, avanti 2-1 nel conto set, hanno sfiorato il clamoroso colpaccio esterno, fallendo il match point al quarto set sul 26-25 a favore. L’Eczacibasi ha superato lo spavento e ha vinto il successivo tie-break. Dunque le turche agguantano la Pomì a quota 3 successi, tenendo conto che i due parziali concessi alle ceche, oltre a togliere un punto alla squadra di Giovanni Caprara, che agguantano la Pomì (ma con una partita in più) senza superarla, guastano il quoziente set dell’Eczacibasi. Peccato, tuttavia, che Pomì ed Eczacibasi non possano in alcun modo arrivare a pari punti, dunque questo dettaglio non conta. Diverso sarebbe stato il calcolo in caso di sconfitta delle turche.

Positiva piuttosto per la Pomì è stata la sconfitta dell’Azerrail Baku, terza nel girone A: nell’ottica infatti del passaggio come miglior terza, è bene che nessuna delle attuali terze degli altri gironi raggiunga i 3 successi già ottenuti sin qui dalle casalesi. L’Azerrail, con una sola gara da giocare, non può dunque più divenire l’eventuale miglior terza. Restano da osservare, comunque, i risultati dello Stoccarda (pool A, 1 vittoria sin qui), di Novara (pool B, 1 vittoria), di Belgrado (pool D, 1 vittoria), dell’Alba Blaj (pool F, 1 vittoria) e soprattutto del Wroclaw (pool E, 1 vittoria e 4 punti dunque unica in grado di fare meglio, come somma punti, delle rosa).

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti