Commenta

Caso Zardi, Salandra
si dichiara innocente
in tv

A 'La vita in diretta' le dichiarazioni del ragazzo di Torricella del Pizzo che finì in carcere per poi essere scagionato.
zardi-ev
Nella foto, il collegamento da casa Zardi

CASALBELLOTTO (CASALMAGGIORE) – Collegamento in diretta televisiva mercoledì pomeriggio dalla casa di Sara Zardi sorella di Arianna. Dagli studi di “La Vita in diretta” Cristina Parodi, affiancata nella trasmissione da Marco Liorni, ha ricordato ai telespettatori la vicenda della 25enne rinvenuta priva di vita nel canale senz’acqua a Torricella del Pizzo il 2 ottobre del 2001. L’inviata Giulia Capocchi ha quindi intervistato Sara la quale ha ribadito l’assoluta convinzione che non si sia trattato di un suicidio bensì di un fatto delittuoso attorno al quale adesso la Procura, dopo 15 anni ha riacceso i fari avendo a disposizione nuovi elementi per giungere ad identificare il possibile assassino.

Per questo una decina di giorni fa la salma di Arianna, alla presenza del Procuratore di Cremona De Martino e Dell’Osso di Brescia è stata tolta dal cimitero di Casalbellotto e portata in un Istituto di medicina legale a Milano per ulteriori accertamenti. L’inviata della Rai è andata ad intervistare anche Gerardo Salandra di Torricella in casa del quale era stato trovato il cellulare e i soldi della vittima. Dopo un periodo di carcere era stato scagionato anche se i famigliari di Arianna non gli hanno mai perdonato di non averli mai avvertiti di quella borsetta rinvenuta sul muretto di quel canale dato che le ricerche erano in corso da alcuni giorni. Ora le indagini continueranno con gli esami sugli abiti della ragazza, la borsa e soprattutto sulla traccia biologica rinvenuta sugli slip di Arianna confrontandola con il dna di alcuni indagati che facevano parte del gruppo di amici con cui era stata vista negli ultimi tempi.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Tags,
Commenti