Commenta

Avanim, uno spettacolo
tra i top 10 mondiali
per il Giorno della Memoria

Uno spettacolo da vedere per ammirare il talento di una giovane compagnia che conquista il pubblico con un particolare stile post moderno che unisce mimo, clownerie dark, danza e arti visive.
avanim-ev
Nella foto, l'incontro degli artisti con i ragazzi del Polo Romani

CASALMAGGIORE – E’ stato premiato come uno dei dieci spettacoli nuovi, per l’anno 2015, migliori al mondo e martedì sera, per celebrare degnamente la Giornata della Memoria, sbarca anche al Teatro Comunale di Casalmaggiore. Si tratta di “Avanim”, opera di Yinon Tzafrir che cura anche la regia assieme a Daniel Zafrani.

Come la critica ha avuto modo di spiegare “Avanim è uno spettacolo umano, sorprendente, toccante, carico di immagini forti ove il riso corteggia l’emozione e il presente amoreggia con il passato in uno stile unico, di grande immediatezza e suggestione che raggiunge il pubblico oltre ogni barriera linguistica e culturale. Per Avanim, gli ORTO-DA si sono ispirati al monumento scolpito da Nathan Rapoport alla memoria delle vittime dell’Olocausto e dei resistenti del Ghetto di Varsavia, posto nel 1948 all’ingresso del Ghetto stesso. Proiettati nel XXI° secolo, i personaggi intraprendono un viaggio intimo nelle coscienze e nel tempo, un viaggio poetico nelle menti e nelle memorie, nel presente e nella storia”.

Uno spettacolo da vedere per ammirare il talento di una giovane compagnia che conquista il pubblico con un particolare stile post moderno che unisce mimo, clownerie dark, danza e arti visive. E ovviamente per rendere omaggio, nell’anniversario del Giorno della Memoria, a una pagina dolorosa della nostra storia attraverso la delicata fantasia degli Orto-Da. La drammaturgia è curata da Yifat Sandali Tzafrir, mentre sul palco si esibiscono Avi Gibson Bar-el, Mott Sabag, Hila Spector, Nimrod Ronen, Michael Marks, Yinon Tzafrir. Lo scenografo è Miki Ben Knaan. Parrucche e attrezzeria sono a cura di Tova Berman, il suono invece di Daniel Zafrani, Yinon Trafrir, le luci di Uri Morag. Consulente artistico è Avi Gibson Barel.

E martedì mattina al Polo Romani di Casalmaggiore è andato in scena un importante prologo dello spettacolo: gli artisti hanno incontrato i ragazzi del plesso per una mattinata di approfondimento in cui il teatro è entrato, fisicamente, attraverso i suoi protagonisti, nel mondo della scuola.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti