Commenta

Città dei Bambini,
adesione da pochi
commercianti

Le attività aderenti diventeranno visivamente riconoscibili con una vetrofania ad hoc.
citta-bambini-ev

CASALMAGGIORE – Commercianti? Pochi in verità, ma l’importante era partire, ed era questo il primo di una serie d’incontri programmati col mondo del commercio cittadino. A partire, in appoggio a ‘La Città dei Bambini’, evento che si terrà a Casalmaggiore nel weekend che va dal 6 al 9 maggio, ci saranno anche loro. Edicola cartoleria Portobello di via Favagrossa, la cartotecnica Negri di via Guerrazzi, la Tabaccheria Anversa della piazza Garibaldi, cartoleria Buffetti di via Bixio, Fioreria Sartori. I commercianti presenti hanno convenuto di aderire con entusiasmo alla Città dei Bambini attraverso una serie di attività che saranno puntualizzate in modo definitivo nei prossimi giorni. Intanto però qualche decisione è stata presa: le attività aderenti diventeranno una rete di negozi amici della città dei Bambini e saranno visivamente riconoscibili da una vetrofania ad hoc che riprende l’immagine della manifestazione. Nella tre giorni dell’evento saranno applicati degli sconti ai bambini e alle loro famiglie che si recheranno a fare acquisti nelle botteghe e/o a scelta dei singoli commercianti una parte dell’incasso potrà essere devoluto in beneficenza per coprire le spese di realizzazione delle bacheche della tangenziale dei bambini. Davanti alle vetrine in modo coordinato si installerà del verde con fiori e piante e il materiale informativo sulla tangenziale ed il “Metrominuto Casalmaggiore” sarà disponibile nei negozi. I percorsi pedonali infatti passano davanti alle vetrine dei commercianti che in questo modo vedono valorizzata la loro attività. Il Comitato ha ribadito che una città rigenerata non può prescindere dalle Botteghe di prossimità che hanno anche una funzione sociale facendo interagire ed incontrare la popolazione e tenendo in ordine le vie del centro storico. Un messaggio quindi da lanciare anche alle nuove generazioni che riappropriandosi della città, dei suoi luoghi, e muovendosi a piedi e in bici capiscono il valore del proprio territorio e l’importanza di sostenerlo vivendolo tutti i giorni. All’incontro, oltre ai rappresentanti del comitato slow town, erano presenti gli Amici di Casalmaggiore e Mirko Devicenzi in rappresentanza della Pro Loco. Un altro partner importante intanto si unisce agli organizzatori. Il Comitato Slow Food Oglio Po parteciperà alle iniziative portando il mercato contadino che colorerà il centro cittadino ed è in definizione tutto il comparto ‘alimentare’ che sarà reso noto nelle prossime settimane.

© Riproduzione riservata
Commenti