Commenta

FdI-An, circolo a Viadana
con Beccalossi. A Marcaria
iniziativa contro nuove povertà

“Nonostante le discutibili slide e gli instancabili annunci del governo sulla presunta ripresa economica - spiega Matteo Donelli del circolo - la realtà ci descrive uno scenario decisamente diverso".
beccalossi-circolo-viadana_ev

VIADANA – Nuovo circolo politica a Viadana: sabato alle ore 12 una delegazione di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale Mantova guidata dal portavoce provinciale Matteo Masiello è stata infatti in Piazza Matteotti con l’Assessore Regionale Viviana Beccalossi, per incontrare i militanti locali nonché tutti i simpatizzanti del partito e ufficializzare con il referente locale Pier Fanetti la nascita del circolo territoriale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.

Non è l’unico appuntamento del gruppo sul territorio comprensoriale: domenica infatti in occasione della Giornata Mondiale della Giustizia Sociale, il Dipartimento tutela vittime della violenza di Fratelli d’Italia-An di Mantova, in collaborazione con il circolo di Marcaria e il suo presidente Barbara Gazzoni, sarà presente a Campitello in piazza Garibaldi con un gazebo dalle ore 10. L’intento è quello di affrontare la piaga delle nuove povertà: presso il gazebo infatti saranno raccolti beni e generi di prima necessità da destinare esclusivamente alle persone colpite dalla crisi economica. Gli oggetti dovranno essere consegnati nuovi oppure usati ma in buono stato e, se possibile, sigillati da cellophane per questioni igieniche. Il materiale raccolto verrà successivamente consegnato alla Caritas locale.

“Nonostante le discutibili slide e gli instancabili annunci del governo sulla presunta ripresa economica – spiega Matteo Donelli del circolo – la realtà ci descrive uno scenario decisamente diverso in cui sono ancora tanti gli italiani che si ritrovano da un momento all’altro senza un lavoro, e quindi senza una solida sicurezza economica, così come sono tanti i cittadini che perdono la casa e si ritrovano a vivere in strada e in condizioni di fortuna con alternative quali camper, roulotte e macchine. Si tratta di vittime del sistema troppo spesso dimenticate dalle istituzioni e da uno Stato che gestisce male quelle poche risorse a disposizione, che dovrebbero invece essere destinate prima di tutto ai nostri concittadini in difficoltà. Questa iniziativa rappresenta un modesto contributo per chi ha bisogno di aiuti, ma è senza dubbio migliore rispetto all’indifferenza delle istituzioni, che invece sembrano non rendersi conto di quanto accade nella vita reale di tutti i giorni.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti