Commenta

Viadana, sulla questione rifiuti
la ricetta M5S non vuole
"trattative" con Tea

"Rilanciamo la nostra proposta per una gestione diretta comunale come il "modello Rodigo" oppure consorziata con comuni limitrofi Oglio Po, che produrrebbe sconti ancora maggiori del 15%, oltre a un ricollocamento lavorativo locale".
rifiuti_ev

VIADANA – Dopo la replica di Nicola Federici, consigliere Pd, e la risposta di Mantova Ambiente, sulla questione rifiuti a Viadana si esprime anche il Movimento 5 Stelle. “In merito all’analisi sulla gestione rifiuti del Consigliere comunale Gianni Fava, riteniamo sia doveroso e giusto individuare eventuali responsabilità di scelte amministrative sbagliate del passato, e parallelamente crediamo sia necessario trovare nuove forme contrattuali più vantaggiose per i cittadini, sia in termini economici che di servizi forniti”.

M5S prova cioè a guardare avanti. “Per questo rilanciamo la nostra proposta per una gestione diretta comunale come il “modello Rodigo” oppure consorziata con comuni limitrofi Oglio Po, che produrrebbe sconti ancora maggiori del 15% (a Rodigo 74 euro procapite annua per raccolta rifiuti e igiene urbana contro i 95 euro quando era in gestione Tea), oltre a un ricollocamento lavorativo locale, il tutto con gestione diretta, chiara e sostenibile. Per il M5S è necessario autogestire i servizi pubblici sui rifiuti, partendo dal presupposto che più la gestione è virtuosa, meno si spende”.

Il pensiero, firmato dal Movimento 5 Stelle di Viadana con l’appoggio del deputato Alberto Zolezzi, del senatore Luigi Gaetti e del consigliere regionale Andrea Fiasconaro, esclude eventuali trattative. “Non condividiamo eventuali strade che prevedano nuove trattative con Tea, ancor di più per i 3,5 milioni che l’azienda avrebbe potuto far risparmiare ai viadanesi. Le scelte sbagliate del passato devono condizionare positivamente le scelte coraggiose del presente, evitando di ripetere errori. Sulla gestione dei rifiuti chiediamo al sindaco Cavatorta di proseguire coerentemente sulla strada tracciata nelle linee programmatiche illustrate al consiglio comunale e nel suo programma elettorale, come anche dichiarato ai cittadini prima del ballottaggio quando confermò la sua adesione ad una revisione del piano rifiuti e nuovo bando, partnership con comuni limitrofi in un’ottica di nuova gestione anche diretta”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti