Commenta

Bozzolo, 21 nuovi profughi
in arrivo: minoranze chiedono
odg. Intanto cambiano regole

Una Cooperativa del territorio ha vinto un bando apposito per ospitare i profughi utilizzando pure alloggi all'interno di case private. E a Bozzolo serpeggia anche un altro tipo di timore relativo ad una indicazione del Ministero degli Interni.
profughi-bozzolo-ev
Nella foto l'arrivo dei profughi a Bozzolo l'estate scorsa

BOZZOLO – Paese in subbuglio per una nuova emergenza profughi. Già da una ventina di giorni gira la notizia che a Bozzolo stanno per arrivare 21 nuovi profughi, in aggiunta alla decina che già vivono nel paese di Don Primo Mazzolari dall’estate scorsa. Una indiscrezione che avrebbe l’avvallo dell’ufficialità istituzionale dato che a dirlo sarebbero stati i responsabili della Prefettura di Mantova.

Del resto, una Cooperativa del territorio ha vinto un bando apposito per ospitare i profughi utilizzando pure alloggi all’interno di case private. Ma questo non sarebbe tutto, poiché a Bozzolo serpeggia anche un altro tipo di timore. Quello relativo ad una indicazione del Ministero degli Interni secondo la quale d’ora in poi non ci saranno più i quattro livelli di esame per stabilire se uno straniero abbia i titoli per ricevere la cosidetta “protezione internazionale”.

In sostanza per sapere se il richiedente sia da considerare o meno un profugo basterà il primo esame.  Se non lo dovesse superare verrebbe immediatamente ritenuto clandestino senza altre prove di riserva. “A quel punto cosa succederebbe?” ha chiesto un sindaco durante un incontro col Prefetto ricevendo una risposta raggelante. L’uomo (e tutti quelli nella sua condizione) rimarrebbe nel paese che lo aveva accolto uscendo dalla protezione delle Cooperative e passando direttamente sotto quella dei servizi sociali comunali. Le minoranze di Bozzolo hanno già preparato un ordine del giorno urgente che verrà presentato mercoledì mattina per chiedere al sindaco chiarimenti e delucidazione su tale nuova prospettiva all’orizzonte.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti