Commenta

Casalmaggiore e Sabbioneta
ammirati dal Crame per
il Raid Ghiaccio e Neve

Dopo il tour a Casalmaggiore venerdì, spazio anche ad una escursione sulla motonave Stradivari, dunque lungo il Po, il sabato mattina a Boretto, prima della visita a Sabbioneta, il gioiello dei Gonzaga, sempre nella giornata di sabato.
crame-raid_ev
Nella foto alcune delle auto storiche presenti e alcuni soci Crame in piazza Garibaldi

CASALMAGGIORE – Fondato 50 anni fa a Imola, il Crame, Club Romagnolo Auto e Moto d’Epoca, è una istituzione italiana da sempre attiva quando si tratta di studiare, ammirare e sviluppare la passione per la storia dei motori sulla nostra Penisola. Un’associazione che con lo storico Raid Neve e Ghiaccio quest’anno, tra venerdì e sabato, ha fatto tappa anche nel comprensorio Oglio Po.

Partiti venerdì mattina da Campagnola, in provincia di Reggio Emilia, su iniziativa di Gianni Torelli, gli equipaggi sono giunti a Casalmaggiore alle 15.30, quando i mezzi (anni Trenta, Quaranta e Cinquanta) sono stati parcheggiati nella zona retrostante la polizia locale di via Saffi. Successivamente i vari soci del Crame, un’ottantina circa a conferma della grande partecipazione anche a questo 41esimo Raid (il nome “Neve e Ghiaccio” si deve alle nevicate che coprivano l’Appennino emiliano negli anni delle prime “scampagnate”), hanno visitato Casalmaggiore, con il museo del Bijou, il Museo Diotti, Palazzo Martinelli e il Teatro Comunale passati in rassegna, prima di essere ricevuti in municipio dal sindaco Filippo Bongiovanni.

Dopo il pernottamento presso il RistoBifi, spazio anche ad una escursione sulla motonave Stradivari, dunque lungo il Po, il sabato mattina partendo da Boretto, raggiunta a bordo dei mezzi d’epoca, prima della visita a Sabbioneta, il gioiello dei Gonzaga, sempre nella giornata di sabato. Un modo, insomma, per rimarcare il valore turistico del territorio.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti