Commenta

La Cev sbarca a Cremona:
presentata Final 4 in comune,
poi tutti a Montichiari

Il sindaco Galimberti ha evidenziato come Cremona e Casalmaggiore siano, in questi giorni, "delle città completamente in rosa". La Pomì-mania è esplosa un po' ovunque. Ma soprattutto la voglia di volley, anche grazie alla presenza di squadre provenienti da tutta Europa.
cev-cremona-conferenza_ev
Nella foto i protagonisti della conferenza di Cremona

CREMONA/MONTICHIARI – Grande attesa e molta emozione a Cremona per la final four di Champions League, che prenderà il via oggi alle 15.30 al PalaGeorge di Montichiari. Da giorni i preparativi fervono sia a Casalmaggiore che a Cremona: le due città della Pomì – una di nascita e una d’adozione – hanno voluto rendere omaggio alla squadra colorandosi di rosa: vetrine, bandiere, luci e palloncini un po’ ovunque. Nella mattinata di sabato, poi, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’evento, alla presenza del sindaco di Cremona Gianluca Galimberti (sindaco di Cremona), del sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongivanni, di Aleksandar Boričić (presidente Cev), di Renato Arena (senior vice-president Cev), James Fielden (delegato stampa Cev), Carlo Magri (presidente Federazione italiana Pallavolo).

Il sindaco Galimberti ha evidenziato come Cremona e Casalmaggiore siano, in questi giorni, “delle città completamente in rosa”. La Pomì-mania è esplosa un po’ ovunque. Ma soprattutto la voglia di volley, anche grazie alla presenza di squadre provenienti da tutta Europa: la russa Dinamo Kazan, le formazioni turche Fenerbahce e VakifBank. “Cremona è una città d’arte, di musica, di cultura, di tecnologia e di cibo” ha detto Galimberti. “Ma in questo momento è al centro d’Europa anche per lo sport, per un competizione che mette in connessione persone e Paesi di tutta Europa, con un sentimento comune che unisce tutti. Questo evento porta avanti l’idea che è possibile un’altra Europa, fatta di legami sportivi e relazione positive. Dunque forza Pomì!”.

Anche il sindaco di Casalmaggiore, Filippo Bongiovanni, ha sottolineato il legame tra Cremona e Casalmaggiore attraverso il filo rosa di una squadra partita dal basso e che in pochi ani “è diventata società campione d’Italia. Ora questo evento ci fa avvicinare a quell’Europa che normalmente sentiamo così lontana. Oggi l’Europa è a casa nostra, grazie alla pallavolo, uno sport che unisce. E noi saremo tutti presenti, in questi due giorni, a tifare Pomì”.

Parole di elogio nei confronti di Cremona e Casalmaggiore sono arrivate dal presidente Magri: “E’ bello vedere due sindaci giovani che parlano con entusiasmo delle proprie città e di quello che può fare lo Sport. L’Italia, con tutta la sua cultura e le sue bellezze, accoglie gli ospiti stranieri in tutto il suo splendore. Così come sta facendo Cremona in questi giorni”.

Parole di elogio anche nei confronti della società casalasca: “La Pomì in pochi anni è arrivata ai vertici del volley nazionale, e adesso se la gioca per arrivare ai vertici di quello internazionale” continua Magri. “Dovrà contendersi il posto con grandi squadre europee, che da anni si battono per il vertice. Squadre che, ricordiamo, per la maggior parte sono allenate da tecnici italiani”. Ma non è mancata anche una frecciatina: “L’italia deve adeguarsi alle grandi competizioni con le giuste strutture, che siano all’altezza del resto d’Europa” ha concluso.

Soddisfazione anche da parte di Boricic, le cui parole sono state di elogio per Cremona (“una bella città, dove si mangia e si beve bene”), ringraziando per l’ospitalità, ma soprattutto di augurio per le squadre che prenderanno parte alla competizione. “Ospitare la final four è una grande opportunità per l’Italia, in quanto si tratta di una delle più importanti competizioni di volley al mondo. Saranno due giornate di grande sport, che metteranno isieme differenti nazionalità e religioni, perché il volley unisce tutti”. Alle sue parole hanno fatto eco quelle di Arena, che ha espresso parole di grande speranza per il futuro del volley in Europa.

Uno sport che sta allargando la platea del proprio appeal anche al di fuori dei confini europei. Lo ha evidenziato Fielden, ricordando come attorno a questo evento si sia creato un clima di grande attesa ed entusiasmo, tanto che sarà seguito da ben 83 tv in tutto il mondo. Tutte le società si stanno impegnando, in questi anni, a spingere il fascino di questo sport fuori dai confini tradizionali. L’appuntamento con la Pomì Casalmaggiore è dunque per oggi alle ore 18.30, che se la vedrà in semifinale con le russe del Dinamo Kazan; l’altra semifinale sarà alle 15.30 tra Fenerbahce e VakifBank, entrambe formazioni turche di Istanbul. Domenica alle 14.30 la gara valida per la medaglia di bronzo, alle 17.30 la finalissima.

Intanto venerdì pomeriggio, alle 17 al PalaGeorge di Montichiari, conferenza stampa di presentazione della “2016 CEV DenizBank Volleyball Champions League Final Four – Women”. Sono intervenuti capitano ed head coach delle quattro squadre finaliste: Massimo Barbolini, Valentina Tirozzi (Pomì Casalmaggiore), Marcello Abbondanza, Eda Erdem Dundar (Fenerbahce Grundig Istanbul), Rishat Gilyazutdinov, Maria Borodakova (Dinamo Kazan), Giovanni Guidetti e Gozde Kirdar (VakifBank Istanbul). A fare gli onori di casa: Niels Hoorelbeke (ufficio stampa Cev) e Massimo Boselli (presidente della VBC Pomì e del comitato organizzatore).

Boselli si è detto onorato di ospitare in Italia l’elite del volley mondiale, ed ha augurato buona fortuna a tutti gli staff. Univoci i concetti espressi da tecnici ed atlete: “Non esistono Final Four facili: per provare a vincere, dovremo fare al meglio le cose che sappiamo. Siamo comunque felici di essere qui, ed auguriamo buona fortuna alle nostre avversarie”.

Tangibile l’emozione per la società di casa, chiamata da matricola non solo ad affrontare una competizione così importante, ma anche a curare la macchina organizzativa assieme alla Cev (Confederazione europea del volley). “Ce la giochiamo – ha detto coach Barbolini – con tre dei migliori team al mondo. Sono certo sarà un grande spettacolo”. “Ci seguiranno tanti sostenitori – ha aggiunto la Tirozzi – e non vogliamo deluderli. Auguriamo benvenuti in Italia a tutti, e soprattutto un buon divertimento”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti