Commenta

Lions Club e Pro Loco
per il "patto di trasparenza":
presentate due idee base

Da un lato la possibilità di stilare un documento che preveda una casella di spese e di guadagno di festa e soprattutto indichi quali e quanti avanzi vengano poi devoluti in beneficenza e a quali associazioni. Dall’altro lato la creazione di un profilo Facebook ad hoc.
patto-trasparenza_ev

CASALMAGGIORE – Un patto di trasparenza per le associazioni che organizzano feste di beneficenza nel territorio comunale di Casalmaggiore. E una riunione per presentarlo. Un incontro tenutosi in sala Avis alle ore 18 di mercoledì e durato quasi un’ora e mezza, durante il quale il Lions Club di Casalmaggiore, nella figura del presidente Enrico Livio, e la locale Pro Loco, con la presidente Cinzia Soldi, hanno voluto incontrare alcune delle associazioni attive a Casalmaggiore. Era presente per il comune di Casalmaggiore anche il sindaco Filippo Bongiovanni.

Due in particolare i progetti presentati: da un lato la possibilità di stilare un documento che, in nome della trasparenza, al termine di ogni festa o attività organizzata dalle varie associazioni, preveda una casella di spese e di guadagno e soprattutto indichi quali e quanti avanzi vengano poi devoluti in beneficenza e a quali associazioni. Di fatto un dettaglio completo sul post-festa o sagra. Dall’altro lato è stata proposta invece la creazione di un profilo Facebook ad hoc nel quale le varie associazioni abbiano la possibilità, dapprima, di pubblicizzare gli eventi organizzati, consentendo all’utente e al cittadino di avere un punto di riferimento fisso nel mare magnum della rete internet (in tal senso il sito casalmaggioreturismo.it rappresenta già un buon punto di partenza), e in secondo luogo di rendere pubblico il bilancio dello stesso evento, riportando on line i dati basilari del documento sopra citato. Il patto di trasparenza dovrà essere sottoscritto dalle associazioni che vorranno aderire, ma per il momento parliamo ancora di un incontro preliminare, nel corso del quale non sono mancate discussioni e richieste di chiarimento su alcuni dettagli specifici.

In Sala Avis erano presenti, con i vari rappresentanti, tra le altre, l’Avis, padrona di casa e ringraziata pubblicamente per avere prestato ancora una volta la sala in zona Baslenga, Croce Rossa Italiana, gli Amici della Santa Federici, gli Amici di Casalmaggiore, il Torrione sul Po, l’Associazione Mia.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti