Commenta

Rivarolo, minoranza
attacca: "Soresina Servizi?
Una spada di Damocle"

"Contestiamo assolutamente il metodo seguito per i motivi sopra esposti. Ci vorrà del tempo prima che giunga il parere definitivo della Corte dei Conti! Ma siamo sicuri che il tempo sarà galantuomo come sempre” spiega la minoranza.
rivarolo-mantovano_ev

RIVAROLO MANTOVANO – “Durante il consiglio comunale abbiamo assistito a qualcosa che era difficile da immaginare e comprendiamo bene che anche per i nostri concittadini sembrerà assurdo, ma vi garantiamo che tutto ciò è successo. Cercheremo di utilizzare parole semplici, essendo la materia complessa, per cercare di farvi comprendere meglio l’accaduto”.

Con queste parole inizia il comunicato stampa della lista di minoranza a Rivarolo Mantovano contro il sindaco Massimiliano Galli. “Il sindaco ha portato in consiglio comunale la proposta per acquisire una partecipazione pubblica nella società Soresina Servizi, in quanto, in questo modo, il Comune poteva affidare direttamente alla stessa, il progetto di riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica oramai obsoleto, tralasciando però alcune problematiche. Tra queste la legge finanziaria di qualche anno fa ha imposto ai Comuni la riduzione delle partecipazioni in società pubbliche. La ragione di ciò è che si vuole privilegiare il libero mercato e quindi la gara pubblica, al posto dell’affidamento diretto dei lavori tramite partecipazione. Al dì la di questa problematica formale non è stata considerata alcuna proposta alternativa a Soresina Servizi, in quanto agli atti non risultano, sia per eventuale affidamento diretto o stima di gara pubblica”.

La questione è dunque la stessa riportato nelle ultime ore. “Per capirci non abbiamo le proposte delle ipotetiche società A, B e C per un eventuale affidamento diretto dei lavori con partecipazione e/o le proiezioni di stima su costi di un eventuale gara pubblica, come faremmo tutti a casa nostra se dovessimo fare un grande investimento. Tutto questo non c’era, ma soltanto la proposta della Soresina Servizi, che tra l’altro non ha presentato un progetto, ma soltanto una convenzione e un accordo quadro. Tradotto ci “sposiamo” con costoro, e ci vincoliamo per 17 anni pagando una rata costante di 100mila euro all’anno onnicomprensiva! Poi speriamo che il progetto vada bene e il matrimonio fili liscio senza litigi per non arrivare al divorzio! Tanto più che la convenzione presentava molti punti interrogativi, fatti presente dal consigliere Favagrossa, che ha inoltrato una serie di domande, a cui i tecnici di Soresina servizi hanno risposto solo parzialmente, affermando però che erano richieste e quesiti leciti”.

Il comunicato, molto corposo, prosegue. “A seguito di queste problematiche, gli organi tecnici hanno emesso parere sfavorevole all’operazione, ossia segretario comunale, responsabile ufficio tecnico, responsabile ragioneria ed anche il revisore dei conti. Capite bene a questo punto le nostre rimostranze di fronte a tutto ciò, considerando inoltre che tutta l’operazione passerà al vaglio della Corte dei Conti, per la prima motivazione, la quale esprimerà un parere che potrà essere positivo o negativo, in quest’ultimo caso decreterà l’annullamento dell’operazione. Il sindaco ha iniziato la discussione leggendo una relazione, in cui sconfessava punto per punto l’operato dei dipendenti comunali! Il parere dei tecnici con cui ogni giorno ci si confronta è stato trattato al pari del parere del primo che passa per strada. E anche di fronte alle nostre rimostranze sul parere negativo del revisore dei conti (organo, lo ricordiamo, assolutamente indipendente e super partes dotato delle competenze professionali per esprimersi), addirittura il Vice Sindaco, stizzita probabilmente perché il consiglio stava andando per le lunghe, ha urlato che è solamente un semplice parere, e se avevamo ascoltato le contro deduzioni del sindaco. E noi dovremmo fidarci di quello che dice il sindaco dopo tutti i pasticci creati in questi soli 2 anni? E ignorare il parere dei tecnici? Ci vuole un bel coraggio per affermare questo e per non rendersi conto della gravità di queste affermazioni”.

Si torna poi sulla querelle legata al segretario comunale. “Prima del voto il segretario comunale ha cercato ancora una volta di spiegare che il parere negativo degli uffici comunali è espresso esclusivamente al fine della tutela e della salvaguardia del comune. Ma nessuno dei consiglieri ha proferito parola, dico a nessuno è balenato un minimo dubbio per quello che si stava per fare, di fronte a tutto ciò. E hanno approvato il punto, mentre noi abbiamo preferito abbondare l’aula di fronte a questo atto di forza del sindaco contro tutti i pareri negativi e non essere partecipi, tra il sorriso del Vice Sindaco. Noi siamo sicuri che non hanno compreso sino in fondo la spada di Damocle, che prende il nome di Corte dei Conti, che si sono tirati sopra la loro testa, in quanto in caso di parere negativo della stessa, oltre all’annullamento dell’operazione saranno chiamati a rispondere personalmente della loro approvazione con tutti i pareri negativi. Questo per la forma, nella sostanza vedremo come si evolverà il progetto che ad oggi non esiste ancora”.

“Ora il caro sindaco – conclude lo scritto – sta comunicando tramite volantino alla cittadinanza che finalmente parte il progetto di riqualificazione dell’illuminazione pubblica con tutti i risparmi energetici. Il solito fumo che gli piace mostrare, in quanto non riporta tutto quello che è avvenuto in consiglio. Siamo contenti che l’illuminazione pubblica venga riqualificata, in quanto il processo era iniziato già con la precedente amministrazione comunale che aveva provveduto al riscatto delle reti dall’Enel e aveva già affidato a un soggetto terzo (insieme a tutti i comuni Foedus, che ora si stanno abbandonando) l’inizio del progetto da mettere a gara. Contestiamo assolutamente il metodo seguito per i motivi sopra esposti. Ci vorrà del tempo prima che giunga il parere definitivo della Corte dei Conti! Ma siamo sicuri che il tempo sarà galantuomo come sempre e alla fine vedremo se il Vice Sindaco si divertirà ancora tanto”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti