Commenta

Rendiconto 2015 non
presentato, il Pd di Viadana
scrive al Prefetto di Mantova

Nel documento in particolare Federici e Saccani chiedono che la Prefettura intraprenda le azioni necessarie per tutelare i cittadini viadanesi e le forze di opposizione “che ad oggi non hanno ancora avuto modo di ricevere e di consultare il rendiconto di gestione dell’anno 2015".
comune-viadana_ev

VIADANA – Il Partito Democratico di Viadana scrive al Prefetto di Mantova Carla Cincarilli, chiedendo delucidazioni in merito alla presentazione del rendiconto finanziario 2015 da parte dell’amministrazione Cavatorta. “La normativa italiana – spiegano Nicola Federici, capogruppo Pd di Viadana, e Adriano Saccani, firmatari del documento – prevede che entro il 30 aprile 2016 fosse approvato da ogni amministrazione comunale il rendiconto di gestione dell’anno 2015 e il bilancio preventivo 2016. Visto che ad oggi non ci risulta che sia stata concessa tale proroga e in data 29 aprile all’Odg del consiglio comunale del comune di Viadana era in votazione il bilancio di previsione 2016, il quale è stato approvato dalla sola maggioranza, e considerato che non è ancora stata fissata dal Presidente del consiglio comunale la data della seduta consiliare per la votazione del rendiconto di gestione dell’anno 2015, chiediamo alla Prefettura di verificare se quanto fatto dall’amministrazione Cavatorta risulta regolare e in rispetto della normativa nazionale”.

Nel documento in particolare Federici e Saccani chiedono che la Prefettura intraprenda le azioni necessarie per tutelare i cittadini viadanesi e le forze di opposizione “che ad oggi non hanno ancora avuto modo di ricevere e di consultare il rendiconto di gestione dell’anno 2015, che rappresenta un documento fondamentale per la gestione finanziaria dell’ente locale, che illustra in che modo sono state consumate le risorse autorizzate nel corso dell’anno”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti