Commenta

"L'arte sulle strade":
15 maggio culturale
a Sabbioneta

palazzo-giardino-sabbioneta_ev
Sabbioneta

SABBIONETA – Non possiamo più farne a meno. Incuranti dei capricci del cielo primaverile, le domeniche trascorrono fra un gelato e la visita a un monumento, andando in cerca di manifestazioni che sappiano coniugare la vita di piazza, il cibo e soprattutto l’arte. Vedere l’arte nel suo farsi è ancora più emozionante, ed è quel processo a cui possiamo assistere grazie all’opera dei Madonnari. Il 15 maggio Sabbioneta accoglie per la seconda volta la rassegna “L’arte sulle strade”, un concorso itinerante per madonnari, che prevede otto tappe in otto città diverse e che ha preso il via l’8 maggio a Cignano di Offlaga (BS) e si concluderà il 10 agosto a Toscolano Maderno. Nella città fondata da Vespasiano Gonzaga, la cornice della manifestazione sarà anche quest’anno “Sabbioneta città degli artisti”, quell’occasione in cui, grazie all’impegno della Pro Loco, vie e piazze si trasformano in una galleria d’arte a cielo aperto. La prossima domenica i madonnari dovranno cimentarsi con un tema di fascino indubitabile, il Teatro all’Antica di Sabbioneta, progettato e costruito dall’architetto Vincenzo Scamozzi fra 1588 e 1590. Attorno a loro, le vie e le piazze si trasformeranno in uno scenario multicolore grazie a duecento artisti, provenienti da tutta Italia, e specializzati in ogni forma d’arte che si possa creare con le mani, indipendentemente dal materiale usato e dal supporto: si passerà dal body painting ai tatuaggi tradizionali, dall’aerografia di moto all’hair tatoo, con ampia presenza di pittori, scultori e artigiani che hanno recuperato tecniche antiche, come il ferro battuto e l’impagliatura. La manifestazione, patrocinata dal Comune di Sabbioneta e con marchio OP, si è giovata della sponsorizzazione da parte della ditta Èpiù. In concomitanza si svolgerà il Raduno Moto Auto Storiche di Sabbioneta. Per chi vorrà concludere la giornata con un evento di alto profilo culturale, alle ore 18.15 presso la chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta di Sabbioneta verrà presentata la Sacrestia da poco ritornata al suo originario splendore. In seguito al restauro degli stucchi e degli affreschi, nonché della pala con la Madonna del Divino Amore grazie al contributo dell’Associazione Pro Loco, pregevole copia cinquecentesca da Raffaello, la Parrocchia Arcipretale Plebana di Santa Maria Assunta, ha organizzato un concerto inaugurale per festeggiare gli spazi rinnovati. Dopo la celebrazione della messa vespertina si terrà un breve cenno al volume sulla storia e il restauro della sacrestia a cura di Giovanni Sartori Il restauro del vasto ambiente della sacrestia è stato condotto negli ultimi mesi dalla ditta Rebecchi-Dugoni-Pasqui di Cremona, mentre quello della tela dalla ditta Marchetti-Fontanini di Brescia.

© Riproduzione riservata
Commenti