Commenta

Casalese, finalmente è festa:
ritorna in Prima col gol di
Bandini. Rapid ko a Robecco

La festa è iniziata già prima del match con i bambini della Scuola Calcio che hanno accompagnato in campo gli atleti biancocelesti. Poi, al triplice fischio, il sogno si è concretizzato. Casalese e Viadana (tornato in Promozione a metà aprile) festeggiano dunque a braccetto.
casalese-festa_ev
Nella foto la festa finale della Casalese

CASALMAGGIORE – La Casalese torna in Paradiso. O, se non altro, esce dall’Inferno nel quale era caduta soltanto 12 mesi fa. E’ durata dunque una sola stagione la permanenza della squadra biancoceleste in Seconda categoria. I ragazzi allenati da Diego Carminati, dopo il secondo posto che ha garantito l’accesso diretto alla finale playoff del girone D di Seconda, hanno superato il Levante nell’ultimo atto in un match molto spigoloso ma dove la Casalese non ha mai davvero rischiato. Il gol decisivo è giunto al 17’ del secondo tempo quando Bandini, uno dei protagonisti della Casalese già in Eccellenza (tra il 2009 e il 2010, altri tempi), ha messo dentro di testa su cross di Rossini. Poi buona difesa e qualche contropiede sprecato. Poco male: i 450 spettatori della Baslenga, mai così piena quest’anno, hanno potuto finalmente festeggiare dopo due retrocessioni di fila negli ultimi anni, dalla Promozione alla Seconda. La festa è iniziata già prima del match con i bambini della Scuola Calcio che hanno accompagnato in campo gli atleti biancocelesti. Poi, al triplice fischio, il sogno si è concretizzato. Casalese e Viadana (tornato in Promozione a metà aprile), squadre dei poli più popolosi del comprensorio Oglio Po, festeggiano dunque a braccetto.

Non ce l’ha fatta invece il Rapid Junior, che doveva vincere a Robecco nella finale playoff di Seconda J: la squadra di Maglia ha subito l’1-0 da Mombelli su punizione al 15’, ma ha rialzato la testa con Mantovani, mediano goleador, al 70’. A quel punto era tutto aperto, ma un rigore molto contestato trasformato da Martani ha dato al Robecco il successo. Il 3-1 finale, in pieno contropiede, è stato opera al 94’ di Gerelli. Per il Rapid Junior nulla da fare dopo un campionato condotto per diverse domeniche anche in testa.

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Commenti