Commenta

Lo strano caso di San Martino:
il 20% degli aventi diritto è
all'estero. Rischio quorum?

E’ senza dubbio curioso che quasi il 21% degli aventi diritti abiti infatti fuori dall’Italia. Un dato che ha stupito lo stesso sindaco uscente Maglia, intervistato mercoledì sera dal giornalista Simone Bacchetta all’interno del programma di approfondimento dedicato alle amministrative 2016 di Cremona 1.
maglia-bacchetta_ev
Nella foto Maglia e Bacchetta negli studi di Cremona1

SAN MARTINO DEL LAGO – Curiosità elettorali: non mancano mai, ad ogni tornata e anche le elezioni del 2016, per quanto ristrette a soli quattro comuni nel comprensorio Oglio Po (Piadena, San Giovanni in Croce e San Martino del Lago per il Casalasco, Marcaria per la zona Viadanese), non fanno eccezione.

Il caso particolare è quello di San Martino del Lago, nella fattispecie. Già si è scritto che si presenterà un’unica lista e dunque un unico candidato, ossia il sindaco uscente Dino Maglia, che va a concludere il suo primo mandato. Quello che però forse non è stato sufficientemente rimarcato è il problema del quorum: senza il 50% più uno degli aventi diritto al voto, come noto, il sindaco non potrà essere eletto, pur essendovi un unico candidato in corsa, e il comune sarà commissariato. Una prospettiva che lo stesso Maglia sta cercando ovviamente di scongiurare.

Il punto è che il rischio non è così basso: da un lato perché la presenza di una sola lista potrebbe togliere sale alla contesa elettorale e dunque assopire i cittadini, che danno per scontata la vittoria di Maglia; dall’altro perché in ogni caso l’affluenza degli elettori alle urne è decisamente in picchiata, come dimostrano i dati nazionali degli ultimi dieci anni. C’è però un terzo aspetto, e qui sta la vera particolarità: San Martino del Lago ha poco più di 500 abitanti ma gli aventi diritto al voto sono 460. Il quorum, dunque, viene superato a quota 231.

Il problema è che ben 95 degli aventi diritto sono sanmartinesi ma residenti all’estero: dando per scontato che nessuno di questi si prenderà la briga di tornare in patria per le elezioni amministrative, ecco che il rischio del non raggiungimento del quorum sale vertiginosamente. E’ senza dubbio curioso che quasi il 21% sul totale degli aventi diritto di un comune così piccolo abiti infatti fuori dall’Italia. Un dato che ha stupito lo stesso sindaco uscente Maglia, intervistato mercoledì sera dal giornalista Simone Bacchetta all’interno del programma di approfondimento dedicato alle amministrative 2016 di Cremona 1: mai prima di oggi infatti San Martino del Lago aveva avuto una sola lista in corsa. E mai, dunque, si era posto il problema del quorum. Che ora invece emerge, e il cui abbattimento non è affatto scontato.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti