Commenta

Sala Lido, Antonini: "Entro fine
2017 pronta nuova palestra
degli Amici del Po"

Progetto affidato all'architetto Damiano Chiarini. C'è il primo ok da parte della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici.
sala-lido-ev
Esterno e interno di sala Lido Po

CASALMAGGIORE – Divenuta di proprietà della Polisportiva Amici del Po, capace di aggiudicarsela due anni fa partecipando ad un bando commissionato dall’amministrazione comunale dell’allora sindaco Claudio Silla, sala Lido Po si prepara ad una profonda rimessa a nuovo. Vincolato come bene architettonico, in un’area golenale letteralmente a due passi dal grande fiume e soggetta a precise restrizioni paesaggistiche, l’edificio patrimonio storico di Casalmaggiore necessita di un parere di compatibilità da parte della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Brescia, Cremona e Mantova per essere restaurato.

“Abbiamo affidato un progetto preliminare all’architetto Damiano Chiarini – spiega il presidente della Polisportiva Amici del Po, Paolo Antonini, mentre ci apre le porte di Sala Lido Po – che ha presentato alla Soprintendenza un elaborato di ristrutturazione. La destinazione finale della riqualificazione dell’immobile sarà, per il piano superiore, palestra e locale ufficio, mentre il piano inferiore sarà adibito a ricovero imbarcazioni e magazzino”.

I lavori di riqualificazione riguardano l’intera struttura, dal tetto alle pareti esterne. Il progetto ha ottenuto un primo, importante nulla osta: “Ad oggi – precisa Antonini – la Soprintendenza ha rilasciato un parere preventivo di massima. Di fatto, il primo scoglio è statao superato. Adesso si tratta di definire quali saranno i progetti esecutivi ed ottenere anche dall’amministrazione comunale di Casalmaggiore le autorizzazioni necessarie per completare queste opere”.

A quando l’inaugurazione della nuova sala lido? Così Antonini: “Contiamo per la conclusione dell’anno 2017 di avere pronta la nuova palestra della Polisportiva Amici del Po”.

Simone Arrighi

© Riproduzione riservata
Commenti