Commenta

Si è spento il cardinal Capovilla
Bozzolo lo ricorda come
messaggero di don Primo

“L’età più che centenaria del Cardinale - racconta Giuseppe Torchio - gli aveva mantenuto brillantezza dell'eloquio, memoria dei fatti e delle circostanze, fedeltà alla testimonianza del Vangelo e forte riconoscenza al Prete di Bozzolo. Salutiamo un amico sincero di Don Primo".
loris-capovilla_ev
Nella foto Loris Capovilla

BOZZOLO – Prima Don Bruno Bignami, impegnato in Abruzzo, poi Giancarlo Ghidorsi, rispettivamente presidente e segretario della Fondazione Don Primo Mazzolari di Bozzolo confermano la notizia, appresa via internet, della scomparsa del Cardinale Loris Capovilla, che tutti ricordano come Segretario di Papa Giovanni XXIII. Grande conoscitore del messaggio mazzolariano, ospite della città di Bozzolo in varie circostanze, ha avuto un ruolo propulsivo, non soltanto durante il Pontificato ma, soprattutto, successivamente da Sotto il Monte, paese nativo di Papa Roncalli, per il sostegno, la divulgazione e l’affermazione dei valori e delle testimonianze del grande Prete di Bozzolo.

“L’età più che centenaria del Cardinale – racconta Giuseppe Torchio – gli aveva mantenuto brillantezza dell’eloquio, memoria dei fatti e delle circostanze, fedeltà alla testimonianza del Vangelo e forte riconoscenza al Prete di Bozzolo. Salutiamo un amico sincero di Don Primo, della Fondazione e della Città di Bozzolo. Dall’Alto ci proteggerà”.

“Ho appreso dalla Fondazione – prosegue Torchio – la registrazione della sua ultima testimonianza, in occasione dell’udienza del 31 dicembre 2015. Presenti il presidente, il vice presidente Don Gianni Macalli, Arciprete di Bozzolo ed il segretario, ricordava che nel giorno della scomparsa di Don Primo Mazzolari (12 aprile 1959), appresa la notizia Papa Roncalli gli avrebbe espresso queste precise parole con molta sofferenza, con pianto e dolore: “Fu un gran Prete”, aggiungendo “più che avvolgermi nelle mie seriche vesti cardinalizie, vorrei avvolgermi nei “discorsi” e nel modo di scrivere, di parlare, di vivere e di operare di Don Primo”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti