Commenta

Viadana, il Pd cambia:
dopo Federici il nuovo
segretario è Vinciguerra

Tra le sue priorità la necessaria rigenerazione interna al partito viadanese, attuabile attraverso il coinvolgimento sia dei militanti storici, che hanno perso un diretto contatto con la vita partitica, e l’intervento di nuovi simpatizzanti che possano apportare linfa vitale ai progetti futuri.
federici-vinciguerra_ev
Nella foto Federici e Vinciguerra

VIADANA – A seguito della decisione comunicata dal capogruppo consiliare Nicola Federici in occasione dell’assemblea degli iscritti PD, riguardo la sua dimissione da segretario, il direttivo ha preso in carico la nomina di una nuova figura.

A tal proposito, dopo un proficuo incontro tra i membri del direttivo, è stata trovata una figura che farà da tramite fino al prossimo Congresso, che dovrebbe essere in autunno. L’incarico è stato all’unanimità conferito dal direttivo, al ventinovenne Vincenzo Vinciguerra, già candidato alle scorse elezioni comunali nella lista del PD.

Tra le sue priorità la necessaria rigenerazione interna al partito viadanese, attuabile attraverso il coinvolgimento sia dei militanti storici, che hanno perso un diretto contatto con la vita partitica, e l’intervento di nuovi simpatizzanti che possano apportare linfa vitale ai progetti futuri interni al PD viadanese; e la costituzione di una nuova segreteria di partito, all’interno della quale saranno suddivide le diverse deleghe relative ad ogni ambito locale e nazionale.

“In secondo luogo – spiegano dal PD viadanese – si porrà attenzione alle vicende e alle tematiche nazionali inerenti al PD, sviluppando un sempre più incisivo confronto interno, senza mai distogliere lo sguardo dalle vicissitudini dell’amministrazione locale; per questo, Vinciguerra si coordinerà con i consiglieri comunali PD, facendosi portavoce delle decisioni del partito e delle necessità e delle prerogative degli iscritti e delle istanze della popolazione tutta”.

In vista del referendum del prossimo ottobre, Vinciguerra e il direttivo PD, organizzeranno nelle prossime settimane un incontro informativo di entrambe i comitati, quello del sì e quello del no. L’incontro è pensato per gli iscritti e per i simpatizzanti del partito, poiché il direttivo crede che l’informazione su un tema tanto delicato e fondamentale per il funzionamento delle nostre istituzioni sia cruciale.

Vinciguerra si dice onorato della fiducia che l’intero direttivo ha riposto nella sua persona, e consapevole della responsabilità, che tale posizione richiede, si impegnerà al massimo e con la serietà dovuta. Federici spiega invece che “Vincenzo, come dimostrato in campagna elettorale, ha le capacità e la passione per ricoprire al meglio il ruolo di segretario comunale e sono sicuro che farà un ottimo lavoro. Come anticipato rimarrò capogruppo del PD in consiglio comunale e mi metto a disposizione di Vinciguerra per aiutarlo nella sua crescita e nella gestione del Partito”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti