Commenta

Malagola non tende
mano a Nolli: "Opposizione
continuerà a essere tale"

"La maggioranza inizialmente annoverava nove consiglieri contro quattro di opposizione e l’attuale situazione di empasse non è certamente da ascrivere al gruppo “Noi di Bozzolo” ma bensì alla maggioranza che si è man mano disintegrata" precisa Malagola.
sara-malagola_ev

BOZZOLO – In merito alla situazione politica dell’amministrazione a Bozzolo interviene la responsabile provinciale dei giovani di Forza Italia, Sara Malagola: “Dopo aver disertato lo scorso consiglio comunale sul bilancio, il consigliere Marcante propone un emendamento al piano triennale delle opere pubbliche di sostituzione della spesa per 186mila euro, già destinata alle asfaltature delle strade urbane, per un primo stralcio di progettazione di riqualificazione della piazza Europa e l’acquisizione dell’ex teatro Odeon. In questo momento di forte congiuntura economica nella quale assistiamo all’impossibilità degli enti locali ad effettuare la pur ordinaria manutenzione della viabilità appare insensata e priva di prospettiva”.

“Per di più – continua Malagola – è di tutta evidenza che tale somma non può essere sufficiente per l’acquisizione totale dell’immobile, per le spese di progettazione e di ristrutturazione della piazza. Alla luce pertanto, della valenza di boutade della proposta e della ferma volontà manifestata sino ad oggi dal soggetto di consegnare il Comune ad un commissario ci si chiede le motivazioni di questo cambio di opinioni. Che siano vere le indiscrezioni secondo le quali sarà il prossimo assessore al bilancio della giunta Nolli?”.

“Altre indiscrezioni sulle volontà della facente funzioni – sottolinea Malagola – sembrerebbero portare all’azzeramento delle deleghe assessorili attuali con l’ingresso in amministrazione anche delle opposizioni al fine di assicurare la maggioranza per il prosieguo sino alle elezioni. Orbene, pare utile sottolineare come tale proposta sia irricevibile. La maggioranza inizialmente annoverava nove consiglieri contro quattro di opposizione e l’attuale situazione di empasse non è certamente da ascrivere al gruppo “Noi di Bozzolo” ma bensì alla maggioranza che si è man mano disintegrata. Coerentemente con il mandato elettorale, l’opposizione è e rimane tale pertanto non pare opportuno né doveroso che sia essa ad assicurare i numeri alla maggioranza per governare. La maggioranza deve assumersi autonomamente le responsabilità delle scelte che andrà ad effettuare”.

Conclude  Malagola: “Inoltre, dopo aver ricevuto il sostegno del segretario del  PD di Bozzolo, le ultime dichiarazioni del decaduto appaiono quantomeno interessanti: Torchio già oggi riserva per sé la candidatura alle prossime amministrative in quanto leader indiscusso del PD dell’Oglio Po ed unico in grado di contrastare l’ascesa del centro-destra. Tuttavia i superstiti della sua amministrazione PD oggi chiedono il sostegno proprio a quel centro-destra che vorrebbero annientare politicamente. Non solo: gli stessi che con Torchio votavano convintamente la sua linea amministrativa al primo consiglio comunale disponibile hanno rinnegato quella stessa linea politica, a loro volta sostenuti anche dai vertici provinciali del PD accorsi a tentare di salvar loro le poltrone. E’ evidente come il caos imperversi tra le mura comunali: oggi Bozzolo è compresso tra le ambizioni del decaduto e le velleità di potere del PD. In questa situazione è evidente come l’opposizione non possa far altro che rimanere tale per continuare a tutelare gli interessi della Comunità”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti