Commenta

Rivarolo Mantovano, volantini
anti giunta. E su Foedus
si pensa al referendum

Gli estensori del manifestino, che potrebbero fare parte anche delle forze di opposizione, cominciano chiedendosi chi è il vero Sindaco di Rivarolo domandandosi come mai otto persone abbiano drasticamente cambiato il loro mandato elettorale senza chiedere un confronti preventivo con la città.
rivarolo-mantovano-ev

RIVAROLO MANTOVANO – Il paese di Rivarolo Mantovano non ha ancora assorbito lo shock dell’altra sera quando il Consiglio comunale, davanti ad una folla assiepata nel corridoio e lungo le scale del Municipio, ha deliberato la fuoriuscita da Foedus. Lasciare l’unione dei Comuni, che garanzie di contributi e servizi stava dando da tempo, ha sconvolto gran parte dei rivarolesi, anche perché nessuno sa con quale altra aggregazione Rivarolo Mantovano potrà ora unirsi.

Per qualcuno, che non si firma ma lancia un messaggio chiaro, a maturare tali scelte non sarebbe il sindaco direttamente, Massimiliano Galli, ma una persona che decide e stabilisce per lui. Un’ipotesi per niente scontata considerando l’autonomia intellettuale di Galli che eventualmente potrebbe subire l’influenza di qualche corrente politica esterna ma non di un soggetto che fa parte della sua stessa compagine amministrativa e che lavora con lui. Eppure la distribuzione di nuovi volantini arrivati casa per casa sostengono proprio questo. Il foglio è intitolato “InformaRivarolo” ed è zeppo di domande con i punti interrogativi che arrivano a disegnare il fondo del foglio apparendo persino sulla schiena di un individuo incappucciato di cui ovviamente non si vede la faccia. Gli estensori del manifestino, che potrebbero fare parte anche delle forze di opposizione, cominciano chiedendosi chi è il vero Sindaco di Rivarolo domandandosi come mai otto persone (i componenti la maggioranza) abbiano drasticamente cambiato il loro mandato elettorale senza chiedere un confronti preventivo con la città.

“Chi è il vero sindaco? La persona che ha vinto democraticamente le elezioni o colui che è stato nominato assessore esterno? Una figura che si presenta puntualmente agli incontri in Comune – continua il testo – anche per questioni estranee alle sue competenze. Perché gli assessorati non sono stati assegnati alle persone inserite nella lista elettorale, si chiedono gli estensori di “InformaRivarolo” che concludono chiedendo alla popolazione se sia soddisfatta e serena di essere rappresentata da un soggetto il cui nome, pur essendo di Cividale, non appariva almeno a livello ufficiale in campagna elettorale”. Intanto l’ultima novità parla di una raccolta firme per lanciare un referendum, che chieda alla popolazione del comune rivarolese se intenda davvero accettare l’uscita da Foedus o se voglia convincere la giunta a ripensarci.

Rosario Pisani 

© Riproduzione riservata
Commenti