Commenta

Consiglio di Viadana voterà
l'accorpamento scolastico
tra 'Parazzi' e 'Vanoni'

Annuncio fatto in conferenza dal sindaco Giovanni Cavatorta e dall'assessore all'Istruzione Ilaria Zucchini.
cavatorta-zucchini-ev
Il sindaco Cavatorta e l'assessore Zucchini

VIADANA – L’intenzione di raggruppare i due istituti comprensivi di Viadana, Parazzi e Vanoni, lasciando stare San Matteo delle Chiaviche perché troppo decentrato, in uno unico, faceva già parte del programma elettorale di Giovanni Cavatorta poi eletto sindaco. L’ha ribadito un paio di volte il primo cittadino durante la conferenza stampa di mercoledì mattina quasi a voler sgombrare il terreno dall’impressione che potesse trattarsi di una decisione dell’ultimora. Cavatorta, spiegando che per il momento si tratta di una proposta che deve prima passare attraverso il Consiglio Comunale, ha citato l’esempio di diversi Comuni mantovani che hanno lo stesso numero di alunni (dopo l’applicazione della morma Viadana arriverà a  contare una popolazione di oltre 2000 studenti) in un unico Istituto comprensivo.

Molto probabilmente la scelta deriva anche da una necessità di carattere economico potendo risparmiare ad esempio sul trasporto scolastico oltre ad adeguarsi a normative regionali. Con il vantaggio di mantenere una linearità che in linguaggio comume significa mandare i ragazzi dalla scuola dell’infanzia alle medie sempre nello stesso Istituto mantenenendo appunto un percorso lineare. “Abbiamo già incontrato i dirigenti scolastici così come i consigli d’Istituto e ci pare che la nostra proposta abbia incontrato una certa disponibilità – ha sottolineato l’assessore all’Istruzione Ilaria Zucchini – anche perché essendo io insegnante e il sindaco genitore, condividiamo il piacere e l’interesse ad applicare una norma che contempli un dimensionamento efficace ed efficiente”.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti