Commenta

Eridanea e comune Mezzani,
il Po unisce nello sport
(e nell'arte) per i giovani

Marzio Azzoni e Pietro Nembi per la Canottieri Eridanea, il sindaco Romeo Azzali, la sua vice Oriana Lambertini e il consigliere Gianmaria Fava per il comune di Mezzani e Marco Ponticelli presidente di Afm, hanno potuto illustrato giovedì i dettagli dell’iniziativa.
mezzani-eridanea-erisport_ev

CASALMAGGIORE – Il Po che unisce e non divide. Lo sport per i più giovani come forza di socialità, per uscire dal paesello e vivere una nuova esperienza, tutta basata sulla crescita di nuovi rapporti umani. Senza dimenticare, tra l’altro, insegnamenti e un occhio di riguardo anche per la cura dell’igiene personale. In questa premessa sta il progetto promosso dalla Canottieri Eridanea assieme al comune parmense, ma vicino di casa di Casalmaggiore, di Mezzani, e dall’Azienda Farmaceutica Municipale casalese. L’idea verrà sperimentata per la prima volta nell’estate ormai alle porte, anche se in realtà tra Casalmaggiore e Mezzani una forma di collaborazione molto proficua, sempre nel nome dello sport, si è già avuta lo scorso anno con la manifestazione “Un Po di sport”, capace di mettere di fronte in varie discipline diversi comuni sull’asta del Grande Fiume.

Marzio Azzoni e Pietro Nembi per la Canottieri Eridanea, il sindaco Romeo Azzali, la sua vice Oriana Lambertini e il consigliere Gianmaria Fava per il comune di Mezzani e Marco Ponticelli presidente di Afm, hanno potuto illustrare giovedì i dettagli dell’iniziativa che prevede laboratori sportivi, programmati a Casalmaggiore, nella sede della storica Canottieri, nei pomeriggi di lunedì e mercoledì, ma anche artistici, teatrali, musicali e in genere culturali, che si terranno sia al di qua che al di là del ponte sul Po. Per l’Eridanea una bella novità, come hanno evidenziato Azzoni e Nembi, in nome di una collaborazione che curerà anche l’aspetto logistico e dei collegamenti per i più giovani.

Afm metterà a disposizione dei ragazzi che parteciperanno alle varie attività – 23 gli iscritti per il momento – un kit per l’igiene dentale e personale, volta a sensibilizzare i giovani partecipanti proprio su questo aspetto. A Mezzani collaborerà anche il Circolo Arci “La Capanna verde”, cercando di creare un equilibrio tra attività sportive ed espressive come pittura, teatro e giochi. E se nel parmense da qualche tempo sono stati introdotti i corsi di scacchi e di minibasket, nelle trasferte all’Eridanea non mancheranno un primo approccio con il canottaggio, oltre a tennis, beach volley e nuoto. Dal 13 giugno il via con EriSport, dedicato ai ragazzi dai 6 ai 14 anni e spalmato su sette turni settimanali (dunque fino a luglio inoltrato); dal 4 luglio via alle quattro settimane di BabySport, per partecipanti dai 3 ai 5 anni e addirittura di MicroSport, pensata per i più piccoli, di 2-3 anni.

Giovanni Gardani 

© Riproduzione riservata
Commenti