Commenta

Raineri saluta, Desalu
prova a volare a Rio: che
domenica per lo sport casalese

Una domenica come quella del 26 giugno dev’essere, in ogni caso e comunque vada, davvero scritta nel destino. Le storie dei due grandi sportivi di Casalmaggiore tornano infatti a intrecciarsi, perché la prossima “festa” sarà per cuori forti.
raineri-desalu_ev
Nella foto Raineri e Desalu

CASALMAGGIORE – Dovevano salire entrambi sul volo per Rio, facendo così sognare Casalmaggiore che quasi ci sperava nell’accoppiata. Il bis non si è concretizzato, ma la speranza, scemata per il canottiere Simone Raineri, che di Olimpiadi ne ha disputate quattro entrando comunque nel gotha sportivo azzurro, è tuttora viva per Fausto Desalu nel settore velocità dell’atletica leggera.

Una domenica come quella del 26 giugno dev’essere, in ogni caso e comunque vada, davvero scritta nel destino. Le storie dei due grandi sportivi di Casalmaggiore tornano infatti a intrecciarsi, perché la prossima “festa” sarà per cuori forti. Simone gareggerà a Ravenna al Bacino Standiana nei Campionati Italiani Senior: un impegno concentrato su una barca, inedita sì per la sua carriera, ma non per gli allenamenti impostati negli ultimi anni, ovvero l’otto. Sarà l’ultima gara prima del ritiro e questo è il dato che la rende davvero speciale e imperdibile: anche perché Raineri ha promesso che farà di tutto per centrare una medaglia, che non avrà il peso delle due vinte a Sidney e a Pechino, ma resterebbero comunque la chiusura ideale di una carriera già di per sé gloriosa. Sull’armo delle Fiamme Gialle, assieme ad altri due totem come Luca Agamennoni e Simone Venier, senza dimenticare Alessio Sartori e Matteo Stefanini, oltre a Mario Paonessa, Domenico Montrone e Andrea Tranquilli, le chance di vittoria sono altissime: e allora ecco che domenica 26 giugno, data di chiusura della carriera di Simone, potrebbe davvero tingersi d’oro davanti alla ruota di Mirabilandia, quasi a sottolineare quale favola è stata. A sfidare l’otto delle Fiamme Gialle saranno le società Lario, Effe, Sebino e Telimar. La partenza è prevista alle 11.10 di domenica e non mancheranno tanti tifosi in arrivo dalla Canottieri Eridanea, dagli Amici del Po e da Casalmaggiore in generale. Alcuni, anzi, sarebbero già in spiaggia a Lido di Classe, vicino a Ravenna, per vivere la vigilia tra sole e mare, godendosi l’intero weekend.

Chi non ha bisogno di medaglie bensì di tempi, è invece Fausto Desalu, che scenderà in pista nel tardo pomeriggio, avvolgendo così l’intera giornata, dalla mattina alla sera. Dopo il primo tentativo (non riuscito) al Golden Gala di Roma, il velocista ci riprova e tenterà di strappare il pass per Rio ai Campionati Italiani Assoluti di Rieti. Fausto Desalu gareggerà la batteria dei 200 metri alle ore 17.40 di domenica e la finale invece alle ore 18.55. Da battere c’è sempre il cronometro, che deve scendere a 20’’50, cinque centesimi in meno rispetto all’attuale record. Per inciso, Fausto è in forma e lo dimostra la sua ultima prova. 10’’40 (record personale) sui 100 metri nel meeting internazionale di Ginevra soltanto lo scorso 10 giugno, un segnale chiaro di salute. E dato che l’Interflumina ha appena festeggiato Michele Camozzi, velocista ipovedente che a Nembro ha abbattuto il muro dei 12 secondi sempre sui 100, correndo in 11’’95, ecco che di record in record qualche bella notizia potrebbe davvero arrivare. Anche perché in una domenica a doppio filo, perché non pensare che il testimone olimpico possa transitare non solo idealmente dalle mani di Simone a quelle di Fausto?

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti