Commenta

Rivarolo Mantovano,
minoranza: "Elogi sindacali a
Galli merito di chi c'era prima"

Invece in merito ai tributi locali prende la parola il consigliere Molteni. "E' vero che non sono aumentati per il 2016, tuttavia per la tassa rifiuti vorremmo ricordare che l'anno scorso l'amministrazione comunale ha incrementato la Tari in media del 16%".
milani-rivarolo-mantovano-ev

RIVAROLO MANTOVANO – Non tardano ad arrivare le dichiarazioni del gruppo di minoranza alle dichiarazioni del sindaco Massimiliano Galli in merito agli elogi ricevuti dai vari gruppi sindacali in relazione al capitolo della spesa sociale inserito nel bilancio di previsione 2016. “Capiamo bene – afferma il consigliere Favagrossa – che il sindaco debba mettersi in buona luce, visto che negli ultimi mesi, con la scelta folle di uscire dall’Unione Foedus, contestata dalla stragrande maggioranza dei cittadini e per la quale molti vorrebbero il referendum, tranne per coloro che amministrano, ma ora, come dice il proverbio, sta proprio raschiando il barile per promuovere la sua immagine”.

“Infatti – riprende il consigliere Milani – il fatto di non avere tagliato sulla spesa sociale non rappresenta una novità assoluta, bensì una continuità, iniziata con la giunta Cerasale e giustamente portata avanti da Galli, tant’è che tali elogi li abbiamo sempre ricevuti anche prima dai gruppi sindacali alle varie riunioni annuali con loro per la presentazione del bilancio di previsione (Milani è stato per 10 anni assessore al bilancio nella giunta Cerasale, ndr). Tant’è vero che tali elogi sono arrivati anche l’anno scorso a Galli, ma forse l’anno scorso non era necessario pubblicizzarlo così tanto come quest’anno, visto che la popolarità di Galli da parte dei suoi cittadini è probabilmente finita ai livelli bassissimi”.

Invece in merito ai tributi locali prende la parola il consigliere Molteni. “E’ vero che non sono aumentati per il 2016, tuttavia per la tassa rifiuti vorremmo ricordare che l’anno scorso l’amministrazione comunale ha incrementato la Tari in media del 16% giustificando, con apposito volantino fatto recapitare nel nostre case, tale incremento con l’aumento dei chili di rifiuti raccolti. Tuttavia a consuntivo, come dimostrano chiaramente i dati, consultabili da chiunque sul sito della Provincia, nel 2015 i chili raccolti sono stati di meno non solo rispetto al 2014, ma anche al 2013. Quindi, o non si sanno fare i conti, seppur la matematica non sia un opinione, oppure Galli, con una mossa da grande stratega, ha anticipato di un anno l’aumento per far vedere, che quest’anno, nonostante la raccolta differenziata, non ci sarà nessun incremento in bolletta! Vorremmo però sottolineare che noi non siamo contrari alla raccolta differenziata, ci mancherebbe, ma vogliamo che vengano raccontate le cose come realmente stanno, non falsità come continua a sostenere Galli per giustificare la sua politica sino ad oggi completamente fallimentare”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti