Commenta

Tanabata, la settima notte
nipponica si celebra anche
a Casalmaggiore con l'origami

Appuntamento quindi per la sera del 7 luglio, nel cortile interno della biblioteca Mortara con i bambini nell'ambito delle Serate Kids. Con pezzi di tessuto colorati e carte i bambini creeranno striscioline che appese a un filo decorreranno la biblioteca.
biblioteca-stupor-mundi_ev

CASALMAGGIORE – La settima notte, in lingua giapponese Tanabata, del settimo mese si incontrano, dopo essere stati separati per un lungo anno dalla via Lattea, le stelle Vega e Altair, che rappresentano due amanti. Per celebrare l’incontro delle due stelle, i giapponesi si riversano nelle strade illuminate dalle luci dei zen-washi  (tipiche lampade di carta), arricchite  da diverse decorazioni simboliche e indossano il tradizionale yukata, tipo molto informale di kimono. Le strade vengono addobbate con i Tanzania, strisce di  carta colorata che simboleggiano i fili di seta intrecciati da Orihime. Preghiere desideri vengono scritte su queste strisce e legate ai rami di bambù.

Tanabata è, insomma, una festa tradizionale giapponese molto antica che quest’anno viene celebrata anche a Casalmaggiore, grazie alla rassegna Stupor Mundi dedicata al Giappone. Appuntamento quindi per la sera del 7 luglio, nel cortile interno della biblioteca Mortara con i bambini nell’ambito delle Serate Kids. Con pezzi di tessuto colorati e carte i bambini creeranno striscioline che appese a un filo decorreranno la biblioteca. Il laboratorio sarà preceduto da letture animate dedicate al Giappone.

Un debutto festoso e colorato davvero insolito, per la rassegna Stupor Mundi che l’Assessore alla Cultura Pamela Carena ha espressamente voluto estendere i bambini per coinvolgerli ed avvicinarli ad una cultura millenaria, così diversa e affascinante che in parte già conoscono grazie ai cartoni animati. Le letture ed il laboratorio a cura della cooperativa Charta saranno tenute da Arianna Maiocchi, Alice Magalini e Silvia Mengali.

Seguiranno altre due serate dedicate al Giappone. Giovedì 14 luglio sempre nel cortile della biblioteca si terrà uno spettacolo di lettura animata con musica e immagini a cura della cooperativa Charta con Giulio Benatti, dal titolo “Il flauto magico del Giappone”. Giovedì 21 luglio sarà la volta di Serena Zampolli con il laboratorio “Storie che fanno una piega”, sempre dedicate alla cultura nipponica. Ispirandosi ai libri illeggibili di Bruno Munari e all’antica arte degli origami, i bambini sperimenteranno i mille modi per piegare un foglio.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti