Commenta

Da Aiserey a Sabbioneta
e Bozzolo, riscoprendo
Vespasiano e don Primo

Il ricevimento della delegazione francese avverrà alle 15 di sabato nella sala consiliare di Sabbioneta alla presenza del Sindaco Aldo Vincenzi, ‎del segretario della Fondazione Mazzolari Giancarlo Ghidorsi e di Giuseppe Torchio che ha verificato il percorso di Don Primo in Francia.
sabbioneta-ev

BOZZOLO/SABBIONETA – E’ stato il sindaco di Moscazzano Gianluca Savoldi a proporre al collega francese del comune gemellato di Aiserey, paese di 1380 abitanti, posto nel Dipartimento Côte d’Or, nella Regione Borgogna, ed ai suoi concittadini (una cinquantina circa), ospiti in questi giorni del comune cremasco, la visita di Sabbioneta, la città ideale del Granduca Vespasiano Gonzaga ed il contatto con la figura di Don Primo Mazzolari, profondo conoscitore e diffusore del messaggio degli spiritualisti francesi Maritain, Mounier, Bernanos, che lo portarono ad impegnarsi per la nascita e la crescita dello “spiritualismo comunutario” come asse portante dell’impegno dei cattolici democratici in politica .

Il ricevimento della delegazione francese avverrà alle 15 di sabato nella sala consiliare di Sabbioneta alla presenza del Sindaco Aldo Vincenzi, ‎del segretario della Fondazione Mazzolari Giancarlo Ghidorsi e di Giuseppe Torchio che ha verificato il percorso di Don Primo in Francia alla fine della Prima Guerra mondiale e la presenza per due anni in Picardia, come ben documentato nel secondo volume del “Diario” ed in altri atti, testi e documenti. Da qui la decisione di coinvolgere sia Sabbioneta, per la sua storia e le sue interconnessioni con l’Impero, sia Bozzolo, per i motivi sovraesposti.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti