Commenta

A Belforte aperta la Festa
della Rana e dello Stracotto
d'asino, un must dell'estate

Dopo il grande successo dell'edizione 2015, che ha visto in Piazza Risorgimento circa 7mila persone in totale, provenienti da tutto il Nord Italia, ecco che fra le caratteristiche della festa di quest’anni vi è la doppia distribuzione per dimezzare i tempi di attesa, più di mille posti a sedere, e uno spazio “Area Giovani”.
festa-belforte_ev
Nella foto la piazza piena per l'edizione 2015

BELFORTE (GAZZUOLO) – Per il 21° anno, il Circolo La Torre di Belforte, che si prepara a festeggiare il 48° anno di fondazione, organizza quella che è stata una delle feste, di maggior successo dell’estate mantovana. La festa d’la Rana e dal Stracot d’Asan, infatti, realizzata con il patrocinio di Regione Lombardia, Provincia di Mantova, Gal Oglio Po e comune di Gazzuolo, è iniziata venerdì sera e affonda le radici nella tradizione culinaria Belfortese, proponendosi di mantenerla e far conoscere la sua tipicità. Questa tradizione  ha nelle rane, fritte da sole o immerse in nuvole di frittata, e nello stracotto d’asino i suoi capisaldi. Tali particolarità culinarie sono state citate più volte anche dal conte Nuvoletti, nei suoi numerosi scritti sulla tradizione gastronomica mantovana.

Anche in recenti pubblicazioni sulle tradizioni gastronomiche lombarde, come “Il Mantovano da gustare“ e “Alle porte del gusto 2016”, è presente una pagina dedicata alla Festa e alle succitate prelibatezze belfortesi. Un premio alla costanza, alla ortodossia rispetto alla tradizione che il Circolo La Torre di Belforte pratica da oltre vent’anni. Oltre allo stracotto d’asino e alla frittata con le rane, le altre specialità che si potranno gustare sono il risotto alla belfortese (con salsiccia, piselli e pomodoro), il pesce gatto fritto, le mezzemaniche con lo stracotto, la spalla cotta di San Secondo calda, il Grana Padano e Mostarda Cremonese e le Sbrisolone.

Dopo il grande successo della Festa della Rana e dello Stracotto 2015, che ha visto in Piazza Risorgimento circa 7mila persone in totale, provenienti da tutto il Nord Italia, ecco che fra le caratteristiche della festa di quest’anni vi è la doppia distribuzione per dimezzare i tempi di attesa, più di mille posti a sedere, e uno spazio “Area Giovani” nel giardino delle scuole, a lato della piazza, con un menù un po’ più fast (salumi tipici, hamburger e patatine).

Le prossime tre serate (dopo l’inaugurazione di venerdì), tutte con ingresso gratuito, nella centralissima piazza Risorgimento, nello spazio Classic verranno allietate dalla musica con tanto liscio ma anche latino-americani mentre nell’Area Giovani si farà il pieno di  musica Afro, Funky, Pop e House. In questo 2016 è previsto poi il Motoraduno Matteo Bandinelli, giunto alla 14° anno e che punta a ripetere  il grande successo del 2015, con quasi  200 moto partecipanti. L’edizione di quest’anno del Motoraduno, che si terrà domenica 17 luglio, inizierà con il concentramento alle 16.30 e si svolgerà al pomeriggio. Alle 17.30 partenza per il motorio, alle 18.15 aperitivo al Majestic 2 di Campitello, con ritorno in piazza Risorgimento pressi i padiglioni della festa.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti