Commenta

Vicolo Centauro, a pochi passi
dal centro, orinatoio per
incontinenti. "Manca la civiltà"

Alcune famiglie sono esasperate. "Viviamo in questo vicolo da 4 anni - racconta Sonia, che se ne è lamentata - e a parte le erbacce, io ce l'ho con la gente. Gli ubriachi del bar ci vengono a fare di tutto la notte"
centauro-ev

CASALMAGGIORE – Un tempo, prima della legge Merlin, vicolo Centauro era via di lupanara. Ne sorgeva una proprio lì, nei pressi. Le finestre affacciate al termine della via. Via stretta, lontana da occhi indiscreti, chi da piccola ci ha vissuto ed ora viaggia verso i 60 anni, ancora ricorda quella processione di gente, il medico che andava a controllare e le donne di compagnia che vi si recavano ed il baccano.

Oggi è solo un vicolo in disparte, malcurato e abbandonato al suo destino. Con mura stanche, erba che cresce e orinatoi di fortuna per chi – dopo una bevuta o più d’una – aggrava il proprio problema d’incontinenza selvaggia. “Viviamo in questo vicolo da 4 anni – racconta Sonia, che se ne è lamentata utilizzando la potenza dei social – e a parte le erbacce, io ce l’ho con la gente. Gli ubriachi del bar ci vengono a fare di tutto la notte, ragazzini che mangiano e buttano tutto a terra. È solo questione di civiltà, che manca purtroppo. Non dico lo schifo che troviamo ogni mattina!”.

Per l’erba dovrebbero provvedere i frontalieri, che in parte lo fanno. Ma alcune case sono vuote, i frontalieri non sono dipendenti di Casalasca che, fatto un pezzo, dovrebbero provvedere pure al resto e le tasse – come lamenta qualcuno – vengono versate ogni anno pure per la pulizia delle strade. Ma a prescindere dalla vegetazione, uno l’urina del passante non la può fermare. E probabilmente, proprio per quella regola che il degrado attrae sempre altro degrado, la minzione ne attrae altra, le carte ne attraggono altre.

“Il Regolamento Comunale – spiega Luciano – impone ai residenti di tenere puliti gli spazi esterni delle abitazioni. A valere su questa norma l’Amministrazione dovrebbe dar ordine ai vigili di attivarsi a multare chi trasgredisce in maniera evidente. Forse qualcuno, toccato nel portafoglio, potrebbe adeguarsi. Casalmaggiore è sporca. Certo è che il senso civico dei suoi cittadini non è ai massimi livelli. Se ognuno di loro si dedicasse a tener puliti gli spazi frontalieri delle proprie abitazioni darebbe un segnale e un aiuto all’Amministrazione che di suo certo non brilla per programmazione ed efficienza”.

Forse è vero, ma i vigili qui sono spesso solo un miraggio (non passano automobili e sono in sottonumero per le esigenze di un territorio vasto) e del resto, a tarda notte, non sono in servizio. Fatto sta che, come denuncia Sonia, le condizioni del vicolo sono queste. Da via di lupanara a orinatoio e cestino a cielo aperto. Non certo un bel destino per una strada a pochi metri dal centro.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti