Commenta

Canta Bozzolo fa pieno
Max dei Fichi d'India scherza
anche sulla politica locale

Il comico, rimasto solo dopo la malattia capitata al partner Bruno, si è avvalso della collaborazione dell'illusionista Eta Beta, grande spalla durante la serata. Un divertente accenno alla politica locale, che ha sorpreso lo stesso presentatore ed ex assessore Scognamiglio. L'incasso è andato in beneficenza ai paesi terremotati.
canta-bozzolo-max-fichi-india_ev

BOZZOLO – Una serata di divertimento e risate che alla fine ha raggiunto anche due obiettivi sentimentali: quello di ricordare un’amica che solitamente partecipava a quella manifestazione che purtroppo la morte ha strappato prematuramente agli affetti e un pensiero ai terremotati cui andranno gli incassi dei 400 biglietti della lotteria venduti. Lo hanno deciso i componenti dell’associazione “Amici del cuore” pensando agli sfortunati residenti della zona del Centro Italia sconvolta dal sisma.

L’annuncio è stato dato dal presidente del gruppo Nicola Scognamiglio durante la serata di sabato in piazza che ospitava la rassegna musicale “Canta Bozzolo”. Un evento che ha fatto confluire centinaia di persone, nonostante le molte feste nei paesi vicini. Un po’ per ascoltare i tanti artisti dilettanti che hanno sorpreso per un talento sorprendente, un po’ per vedere l’esibizione di un notissimo personaggio della tv, Max del duo I Fichi d’India, ingaggiato dall’amico e organizzatore Fabio Negri.

canta-bozzolo-2016

Il comico, rimasto solo dopo la malattia capitata al partner Bruno, si è avvalso della collaborazione dell’illusionista Eta Beta, grande spalla durante la serata. Un divertente accenno alla politica locale, che ha sorpreso lo stesso presentatore ed ex assessore Scognamiglio, lo ha espresso il comico parlando dell’ex cinema Teatro Odeon (al centro di polemiche e discussioni durante la presentazione del recente bilancio, ndr) fino a citare più volte il nome di Giuseppe riferendosi all’ex sindaco Torchio coinvolgendolo in avventure fantasiose e surreali. Un grande esempio di professionalità lo ha offerto Pasquale del ristorante Croce d’Oro rimanendo a disposizione di artisti e organizzatori sino alle 2 di notte allestendo con la sua equipe una straordinaria cena a base di pesce.

Rosario Pisani 

© Riproduzione riservata
Commenti