3 Commenti

Quattrocase boom anche
in solidarietà: "Oltre 4mila
euro per i terremotati"

Unico neo la serata di lunedì: “Abbiamo organizzato una cena con i volontari, per ringraziarli, ma attorno alle 23.30 la mini tromba d’aria che si è abbattuta sul Casalasco ha squarciato il tendone: un danno collaterale, ma per fortuna il meteo ha retto quando contava, ossia da venerdì a domenica" spiega Daniele Vezzoni.
quattrocase-alto_ev
Nella foto Quattrocase dall'alto sabato sera, giorno clou della manifestazione

QUATTROCASE (CASALMAGGIORE) – La quarta edizione della festa “Quattrocase e le sue zucche” ha essenzialmente eguagliato i numeri dello scorso anno: il che, per inciso, significa avere a che fare con un altro grande successo di pubblico. Chiedere per informazioni, ad esempio, allo chef Massimiliano Cavalli Teodoro, che ha “rabboccato” le pietanze e i vari piatti in menù sera dopo sera, dato che le scorte stavano finendo, e che ha avuto buon occhio nel calcolare i tortelli di zucca che sarebbero serviti per le tre sere, nello scorso weekend: sono infatti stati consumati 396 chili di “blisgòn”, da sempre il piatto più gradito e richiesto, contro i 400 preparati. Un avanzo minimo e una precisione, a conti fatti, chirurgica.

Lo spettacolare colpo d’occhio della serata di sabato, quando sul palco si sono esibiti gli Alter Ego dello showman locale Alessandro Zaffanella, è probabilmente la copertina ideale di una festa che ha convinto tutti i partecipanti. Daniele Vezzoni, presidente dell’associazione Emergenti di Quattrocase, non può che essere soddisfatto: “Non abbiamo idea del numero esatto di persone presenti, ma sappiamo che tutti i piatti preparati sono praticamente finiti e che sabato sera vi era una coda di oltre mezz’ora per arrivare ai tavoli. Il plauso va ai nostri volontari, oltre 120, che ogni sera si sono dati da fare per ridurre al minimo i disagi che un’affluenza del genere inevitabilmente comporta”. Vezzoni sottolinea anche la partecipazione al motoraduno domenicale “migliorata di 30-40 unità rispetto allo scorso anno con quota 100 superata (120 i partecipanti, ndr)”.

Altro dato non di poco conto: la lotteria organizzata durante la tre giorni ha portato alla raccolta di oltre 4mila euro. “Una cifra importante – spiega Vezzoni – che potremmo integrare e che verrà poi destinata alle popolazioni colpite dal sisma nel Centro Italia, dopo avere selezionato una delle associazioni alle quali fare riferimento per andare sul sicuro”. Unico neo la serata di lunedì: “Abbiamo organizzato una cena con i volontari, per ringraziarli, ma attorno alle 23.30 la mini tromba d’aria che si è abbattuta sul Casalasco ha squarciato il tendone: un danno collaterale, ma per fortuna il meteo ha retto quando contava, ossia da venerdì a domenica. Anzi, il clima temperato ha favorito l’afflusso anche dopo la cena, tanto che sabato sera molti sono andati a casa attorno alle 2 di notte”. Intanto Quattrocase prepara una nuova festa: il 2 e 3 settembre la “Quatarcà Beer Fest” farà da anticipazione alla vera e propria Festa della Birra, che in frazione tornerà la prossima primavera. Venerdì suoneranno i Five Live Band, sabato invece Dj Peruffo: per tutti hamburger, panini e selezione di birre. Quattrocase, insomma, non si ferma.

Di seguito ecco i biglietti vincenti della lotteria:

1° premio – DONDOLO                                                                            2660
2° premio – 6 KG DI GRANA PADANO                                                1993
3° premio – COMPLETO LETTO MATRIMONIALE                            2550
4° premio – BUONO SPESA VAL. EURO 50  “Mainini”                       115
5° premio – BUONO SPESA VAL. EURO 50  “Mainini”                       170
6° premio – BUONO SPESA VAL. EURO 50  “Agricola Tenca”           1734
7° premio – BUONO SPESA VAL. EURO 50  “Agricola Tenca”           151
8° premio – ASSE DA STIRO + FERRO DA STIRO                             2120
9° premio – SET ACCAPPATOI                                                               2555
10° premio – SCALDOTTO                                                                      266
11° premio – LETTINO PISCINA IN FERRO                                        2162
12° premio – 4 KG DI GRANA PADANO                                              2679
13° premio – BUONO PARRUCCHIERA                                               585
14° premio – BUONO SPESA VAL. EURO 30 “Gastronomia Charly”  2865
15° premio – BUONO SPESA VAL. EURO 20 “Gastronomia Charly” 2410
16° premio – 2 KG DI GRANA PADANO                                              62
17° premio – SCONTO PARRUCCHIERA                                             143

Giovanni Gardani  

© Riproduzione riservata
Commenti
  • panta rei

    Evviva, un’altra festa della birra per la gioia degli esercizi pubblici. I bar ed i ristoranti ringraziano sentitamente ( se continua così chiuderemo tutti )

  • canacrepa

    Il tuo commento non fa una piega.Una sola domanda chi è in cucina almeno ha fatto il libretto sanitario?

  • panta rei

    Il libretto sanitario non c’è più da 15 anni…. Ora chi lavora nei bar e ristoranti deve fare un corso che vale penso un paio d’anni, altri soldi da spendere inutilmente in quanto basta pagare per aver l’attestato anche se non sai niente. Per le feste di paese non so se è obbligatorio ma anche se lo fosse non cambierebbe niente, troppe feste ammazzano gli esercizi pubblici, sopratutto queste fatte solo per far cassetto senza nessun legame effettivo col territorio, che senso abbia una festa della birra a quattro case la settimana subito dopo la sagra di paese nessuno lo sa!