Commenta

Cerese, Cinque Stelle
viadanesi tornano a
casa ancor più determinati

Una festa ricca di idee, di proposte, di sano entusiasmo dove si è respirata aria di cambiamento, dove si sono ripercorsi i dieci anni del meetup e ancor di più dove si è ribadito l'impegno propositivo nei prossimi anni del M5S su tutto il territorio mantovano
-2

VIADANA – Il 3-4 Settembre si è svolta a Cerese di Borgo Virgilio, la grande festa del Movimento 5 stelle organizzata dagli attivisti mantovani, per celebrare i 10 anni del Meetup Mantova in  MoVimento verso le 5 stelle (http://www.meetup.com/it-IT/MantoVa-in-moVimento-a-5-Stelle/), luogo informatico di incontro per dibattici, proposte e iniziative informative a 5 stelle.

La due giorni di festa ha visto la partecipazione di tanti cittadini, un nutrito gruppo quello di Viadana,  i quali potevano contare su un ampia scelta di iniziative per ogni età: dai gonfiabili e il teatro dei burattini per i bambini, ai dibatti ed incontri su temi d’attualità per gli adulti , stand espositivi colorati, punto ristoro con menu’ gastronomico per tutti i gusti e un piacevole spazio-bar da godere con aperitivi a suon di musica live.

Fra gli incontri più partecipati quello del vice sindaco di Roma Daniele Frongia che ha presentato il suo libro “E io pago”, nel quale rivela con documenti inediti quanto costa agli italiani la politica degli sprechi degli ultimi 20 anni di amministrazione capitolina. Un libro speciale che grazie ai ricavati, contribuirà all’acquisto di un ecocardiografo dedicato alla diagnosi prenatale delle patologie cardiache per il servizio di Cardiologia pediatrica del Policlinico Umberto I  di Roma.

Un interessante dibattito su Antimafia e Legalità Mafia ha visto la partecipazione di  Fiorenza Brioni, Luigi Gaetti portavoce Senato M5S  vicepresidente della Commissione antimafia, Claudio Meneghetti e Luigi Caracciolo. Con racconti, dati statistici e procedimenti penali in corso, gli ospiti hanno rimarcato quanto siano radicate le Mafie sul territorio mantovano e di come sia necessario non fare il gioco delle criminalità organizzate con un antimafia di retorica, ma con fatti concreti.

Il consigliere regionale Andrea Fiasconaro e Danilo Toninelli portavoce M5S alla Camera nel loro incontro “Riforma Costituzionale”, hanno spiegato i motivi del NO al Referendum della Riforma Costituzionale evidenziando come la stessa non vada a eliminare il Senato ma che invece lo trasforma in un ramo del Parlamento con consiglieri regionali e sindaci nominati dai partiti e che acquisiranno l’immunità parlamentare. Inoltre hanno posto l’accento  sul pericolo di come questa riforma, abbinata all’Italicum, possa portale l’Italia verso una Repubblica presidenziale e monopartitica.

Per l’Europa, il TTIP e la Brexit sono intervenuti Marco Zanni portavoce M5S al Parlamento europeo e l’economista Gabriele Pernechele che con parole semplici e chiare hanno dimostrato come l’entrata dell’ Italia nella moneta unica non abbia portato vantaggi, anzi ma che dal 2000 l’economia ha avuto un regresso visibile attraverso tutti gli indici macro economici.

L’onorevole mantovano Alberto Zolezzi e Mattia Fantinati portavoce M5S alla Camera, hanno spiegato quanto possa essere utile alla nostra economia e ai cittadini il reddito di cittadinanza, e le iniziative concrete del microcredito (aiuto economico per le PMI in parte grazie alla restituzione di metà stipendio dei 5 stelle) che hanno aiutato diversi piccoli imprenditori mantovani ad avviare nuove attività commerciali.

Una festa ricca di idee, di proposte, di sano entusiasmo dove si è respirata aria di cambiamento, dove si sono ripercorsi i dieci anni del meetup e ancor di più dove si è ribadito l’impegno propositivo nei prossimi anni del M5S su tutto il territorio mantovano.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti