Commenta

Casalmaggiore, il re
blisgon in festa nel
prossimo weekend

Un gruppo di giovani, a cui i veterani “Amici di Casalmaggiore”intendono affidarne l’organizzazione nei prossimi anni,ha ideato una interessante appendice all’evento denominandolo “Inventio”
14281481_10210339807282610_1044309001_n

CASALMAGGIORE – Non saranno più i tortelli delle nonne ma la loro bontà continuerà ad essere garantita. Anche perchè la famose “redzore” di Casalmaggiore hanno l’autorizzazione a testare i blisgòn, che causa le sempre più ferre regole imposte, d’ora in avanti arriveranno da laboratori artigianali certificati. Questa non la sola novità della imminente Festa della zucca giunta quest’anno alla 5 edizione (dal 15 al 18 settembre) con previsioni di successo sempre più elevate. Un gruppo di giovani, a cui i veterani “Amici di Casalmaggiore”intendono affidarne l’organizzazione nei prossimi anni,ha ideato una interessante appendice all’evento denominandolo “Inventio” .Partendo dal presupposto che insieme alla zucca mangiata si può arrivare alla” zucca pensata” ecco la creazione di un laboratorio (in Piazza Turati) dove chiunque potrà presentare le proprie idee qualsiasi caratteristica od obiettivo si ponga. Ci sarà quindi un momento intitolato Lettere dal futuro, per illustrare ciò che ciascuno si aspetta dal proprio domani, sino a comprendere uno spazio dove insegnare ai bambini l’utilizzo informatico. Un’altra novità sarà rappresentata dall’arrivo a Casalmaggiore di una delegazione da Ischia e Procida per un vero e proprio gemellaggio all’insegna del tortello di zucca. Il confronto tra i due prodotti sarà rimandato ad una successiva occasione .L’inaugurazione della 5 edizione della Festa della zucca è fissata per le ore 19 di giovedì prossimo con l’esibizione serale della scuola di danza Vitien.La sera dopo, venerdì 16 settembre “Cani in passerella” una sfilata canina a cura della Asd Play dog Mileo in collaborazione con gli ospiti di “Casa Giardino”. Allestimento di un mercatino del Bijou in vicolo Chiozzi mentre sabato ,oltre al tradizionale mercato, che potrà estendersi sino a sera, ci saranno anche le bancarelle del Mercato contadino (Coldiretti) Interessante anche la scuola di Cake design intitolata “Piccoli pasticceri crescono” dove i frequentatori in erba potranno ritiare e gustare a casa quanto realizzato dalle loro mani Altro appuntamento importante il Palio della Zucca ,una corsa per itinerari sconosciuti e originali all’interno del tessto urbanistico. E poi la visita alla Torre Littoria ,grazie alle Gev, e alla mostra speciale dedicata a Giuseppe Raineri nel palazzo che ospitava l’Anagrafe.Tutte le sere ovviamente il ristotenda con apertura per il pranzo nella giornata di domenica . Importanti collaborazioni da Palm pallet di Primo Barzoni, Fabbrica Digitale di Francesco Meneghetti e “Risorgimento Laboratorio”Nel presentare la manifestazione l’assessore alla Cultura Pamela Carena ha ringraziato il gruppo Amici di Casalmaggiore promotore di questa iniziativa di successo, sottolineando come non si tratti solo di una evento dove s soddisfi il palato ma implichi anche una serie di altri coinvolgimenti culturali e artistici. Achille Scaravonati ha spiegato come ogni anno diventi sempre piu difficile allestire una manifestazione che richiede sempre piu autorizzazioni e certificati mentre Jacopo Orlo ha introdotto la novita della zucca pensante. Maurizio Toscani dopo aver illustrato passo per passo il calendario ha svelato il significato del termine blisgon con cui i casalaschi identificano il proprio tortello di zucca .”Per taluni il termine speigherebbe il momento in cui esso scivola in gola mentre una seconda scuola di pensiero attribuisce il termine al momento in cui il tortello raccogliendolo col mescolo forato tende a scivolare nuovamente nella pentola. Divertente l’aneddoto finale secondo cui due signore attempate ferme davanti al cartellone del menù qualche anno fa si slambiccassero il cervello alla ricerca del vero senso di quella parola “Ah, ho capito, disse una all’altra con aria soddisfatta , vuol dire tortello in inglese!”

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti