Commenta

Innovazione agricola,
Gianni Fava appoggia
gli Agromeccanici

Confai Lombardia invita le istituzioni a pianificare una politica inclusiva e multisettoriale a vantaggio dell’agricoltura, così come raccomandato dalla Dichiarazione di Cork 2.0, “Una vita migliore nelle aree rurali”.
fava-gianni-ev

BERGAMO – “Ringraziamo l’assessore all’Agricoltura della Lombardia, Gianni Fava, per avere ancora una volta invitato la Commissione Agricoltura dell’Ue e il ministero delle Politiche agricole a riflettere sull’opportunità di prevedere specifiche misure di intervento legate alla meccanizzazione agricola, alle quali anche i contoterzisti possano accedere”.

A dirlo è Leonardo Bolis, presidente lombardo e nazionale di Confai, che ricorda la battaglia del Coordinamento degli Agromeccanici Italiani per un percorso concreto di innovazione e le recenti dichiarazioni dell’assessore lombardo Fava, che ieri alla presentazione del nuovo trattore 100 Vario Fendt ha auspicato una svolta verso politiche più attente verso la meccanizzazione sostenibile.

“L’Italia ha il poco invidiabile record del parco mezzi agricoli più obsoleti d’Europa – interviene Sandro Cappellini, coordinatore di Confai – bisogna abbandonare i pregiudizi e pianificare tappe concrete per un’agricoltura rispettosa dell’ambiente, del suolo, dei costi di produzione e, non ultimo, del fattore sicurezza”.

Confai Lombardia invita le istituzioni a pianificare una politica inclusiva e multisettoriale a vantaggio dell’agricoltura, così come raccomandato dalla Dichiarazione di Cork 2.0, “Una vita migliore nelle aree rurali”.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti