Commenta

Viadana, 'Alfabeti dal
Profondo', Outsider
Art al Mu.Vi.

I dipinti esposti sono gli alfabeti e le orme umane ed esistenziali delle donne e degli uomini che hanno frequentato, negli anni, l’Atelier dell’ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Castiglione delle Stiviere, il laboratorio di pittura attivo dal 1990 al 2012
jesse-reno-where-have-you-been-where-are-you-now

VIADANA – “Alfabeti dal profondo” è una mostra organizzata dalla Galleria Civica d’Arte Contemporanea del MuVi di Viadana, che espone una quarantina di opere dal forte impatto emotivo e dal particolare linguaggio artistico. I dipinti esposti sono gli alfabeti e le orme umane ed esistenziali delle donne e degli uomini che hanno frequentato, negli anni, l’Atelier dell’ex Ospedale Psichiatrico Giudiziario di Castiglione delle Stiviere, il laboratorio di pittura attivo dal 1990 al 2012, fondato e diretto da Silvana Crescini. Le opere di dieci artisti outsider, selezionati per l’occasione e già conosciuti nel panorama dell‘Art Brut, Arte Irregolare, Outsider Art (l’arte spontanea e autentica, creata generalmente da persone sfuggite ai condizionamenti culturali e al conformismo sociale), inviteranno lo spettatore ad esplorare quegli sconosciuti luoghi della mente, fatti di luci e ombre, razionalità e follia, alla scoperta di un’arte spontanea, autentica, scaturita dal profondo dell’anima e creata per una necessità comunicativa e per il desiderio di libertà e di riscatto. A.L.C.E. in r.o.s.s.o. (Atelier Libera Creatività Espressiva/ricerca, organizzazione, sviluppo, studio, opere) è l’associazione fondata nel 2000 in seno all’Atelier, con l’intento di salvaguardare, valorizzare e promuovere le opere, in nome e per conto dei loro autori, i quali vivono ormai lontani, in vari luoghi sparsi dal nord al sud dell’Italia. Dopo le dimissioni dalla struttura, o il trasferimento avvenuto in seguito alla trasformazione dell’O.P.G. in R.E.M.S. (nel 2014), ognuno di loro ha raggiunto il proprio territorio d’origine. Anche se non potranno partecipare all’evento, gli autori delle opere esposte saranno presenti idealmente e dialogheranno con il pubblico attraverso la forza delle loro immagini. La mostra è curata da Paolo Conti e Silvana Crescini. Inaugurazione: domenica 25 settembre alle ore 11. Apertura: dal 25 settembre al 6 novembre. Orari di apertura: Venerdì, Sabato e Domenica, dalle ore 16,00 alle 19,00, sarà possibile visitare la mostra anche nei giorni: dal Lunedì al Sabato, dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e il Martedì dalle ore 15.00 alle ore 17.30. L’ingresso è gratuito.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti