Commenta

Oglio Po rappresentato
al "Terra Madre - Salone
del Gusto" di Torino

Una partecipazione importante e nutrita che accoglie in pieno lo slogan di quest'anno, ossia voler bene alla terra. Si tratta di produttori, contadini e artigiani, che hanno scelto di partecipare all'evento per testimoniare e promuovere modelli di produzione e consumo sostenibili.
salone-gusto-torino_ev

TORINO – Il tema di Terra Madre Salone del Gusto 2016 è ‘Voler bene alla terra’, una frase che “racchiude in sé – spiega Carlo Petrini, fondatore di Slow Food e presidente internazionale – il cuore delle nostre attività nel mondo. Volere bene alla terra significa prendersene cura, occuparsene con gentilezza e amore: coltivare e custodire l’ambiente deve essere il segno distintivo di questo momento”.

Terra Madre Salone del Gusto da sempre racconta la straordinaria diversità agroalimentare di ogni continente, dando voce a tutti i piccoli produttori che, nel Nord come nel Sud del mondo, si ispirano al buono, pulito e giusto, producendo un cibo “sano” attento alla sostenibilità ambientale e alla giustizia sociale. L’edizione 2106 lascia il polo fieristico del Lingotto ed i suoi padiglioni al coperto e si diffonde in città, dal Valentino al centro storico, lungo viali, nelle strade, nelle piazze. Ci saranno 800 espositori da 100 paesi di tutto il mondo, 180 Presidi Slow Food italiani e altri 150 internazionali, da 55 Paesi.
Il territorio mantovano OglioPo sarà raccontato dalla sua  Condotta Slow Food OglioPo, che partecipa  quest’anno all’appuntamento di Torino in programma dal 22 al 26 settembre con i soci e i delegati delle comunità del cibo.

Una partecipazione importante e nutrita che accoglie in pieno lo slogan di quest’anno, ossia voler bene alla terra. Si tratta di produttori, contadini e artigiani, che hanno scelto di partecipare all’evento per testimoniare e promuovere modelli di produzione e consumo sostenibili. Capitanati da Mimma Vignoli, dell’Azienda Corte Pagliare di Commessaggio, il territoro Oglio-Po sarà rappresentato da Valter Cavalli, dell’Azienda Cà Vecchia, Salumi Tenca, Panificio Il Cesto di Mentore Negri, Maurizio Cordioli per  l’Azienda Pollo Ruspante,  Az. Agricola Corte Lidia, Palm Spa e la Coop. Palm Work&Project con il brand “Palm Design”, Partner Systemic Design di SlowFood, che ha curato anche quest’anno gli allestimenti degli stand sparsi per la città.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti