Commenta

Referendum, fa centro
in Auditorium l'incontro
voluto dai giovani del Listone

Luciano Pizzetti, sottosegretario alle Riforme del Pd, per il sì, la senatrice della Lega Nord Silvana Comaroli, per il no, Carlo Malvezzi, consigliere regionale dell’Ncd, anche lui per il no in contrapposizione con la scelta fatta dal suo partito a livello nazionale, hanno parlato davanti a 200 persone.
listone-referendum_ev

CASALMAGGIORE – I giovani del Listone hanno organizzato venerdì sera un dibattito sul referendum costituzionale che ha radunato circa 200 persone negli splendidi spazi dell’Auditorium Santa Croce. Sul palco tre noti esponenti politici cremonesi: Luciano Pizzetti, sottosegretario alle Riforme del Pd, per il sì, la senatrice della Lega Nord Silvana Comaroli, per il no, Carlo Malvezzi, consigliere regionale dell’Ncd, anche lui per il no in contrapposizione con la scelta fatta dal suo partito a livello nazionale. A condurre la serata Simone Bacchetta con i giornalisti Marco Bazzani e Vanni Raineri a formulare alcune domande e la palla girata poi anche al pubblico.

Due ore abbondanti di scontri anche molto accesi, sul nuovo Senato e la diminuzione del numero di parlamentari, sulle autonomie e il rapporto da costruire con le Regioni, sulla contestata formulazione del quesito su cui si pronuncerà il Tar il prossimo 17 ottobre, sul superamento del bicameralismo perfetto e i tempi lunghi di approvazione delle leggi. Ma è stato, nel finale, sull’Italicum che la discussione si è animata, soprattutto fra Pizzetti e Malvezzi, col pubblico che ha seguito sempre con grande attenzione alternando applausi bipartisan a scandire le frasi più efficaci. Considerando la disaffezione generalizzata verso la politica, la serata ha fatto centro, riuscendo a riunire un numero importante di persone per conoscere un referendum del quale si sa ancora troppo poco, eppure molto significativa, anche in considerazione del fatto che non prevede il quorum del 50% più 1.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti