Commenta

Viadana, il Pd contro Bellini:
"Controlli su irregolari? Spot
da campagna elettorale"

"Il posto di blocco in pieno centro - prosegue il Pd viadanese - è servito a controllare 17 extracomunitari tutti con regolare permesso di soggiorno: se ci fossero pregiudicati, ricercati o clandestini probabilmente non si farebbero vedere in piazza e nel caso, se vedono un dispiego di forze dell’ordine, cambiano strada".
federici-vinciguerra_ev
Nella foto Federici e Vinciguerra del Pd di Viadana

VIADANA – “A seguito di quanto letto sui giornali per la campagna di controllo su eventuali clandestini nel centro di Viadana, ci sentiamo di ringraziare le forze dell’ordine per il lavoro che svolgono ma nello stesso tempo quello messo in piedi dal consigliere comunale e “non assessore alla sicurezza” è solo un spot elettorale che non serve a niente ai cittadini”.

Con queste parole il Partito Democratico di Viadana attacca Romano Bellini, il consigliere del quale si parla nella nota stampa. “Il posto di blocco in pieno centro – prosegue il Pd viadanese – è servito a controllare 17 extracomunitari tutti con regolare permesso di soggiorno: se ci fossero pregiudicati, ricercati o clandestini probabilmente non si farebbero vedere in piazza e nel caso, se vedono un dispiego di forze dell’ordine, cambiano strada. Noi siamo d’accordo con i controlli anzi chiediamo che siano fatti più controlli ma più controlli mirati, che si vada nelle case, in giro per le frazioni, nelle zone industriale per scovare eventuali laboratori abusivi”.

“Anche in questi giorni il centro abitato e le zone industriali – prosegue il Pd – sono state prese d’assalto da numerosi furti a conferma che quanto viene fatto non è sufficiente per fermare episodi sempre crescenti nel nostro territorio. Chiediamo nuovamente che sia presa in considerazione la nostra proposta che era stata bocciata in consiglio comunale. I cittadini sono stanchi e vogliono risposte concrete da questa amministrazione”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti