Cronaca
Commenta1

Luciano Violante a Bozzolo, sulle tracce di don Primo Mazzolari

L'importante personaggio politico si è soffermato a lungo presso la sede, dov'era arrivato assieme alla sua segretaria accompagnato dall'ex sindaco Giuseppe Torchio che lo era andato a prendere direttamente a Milano

BOZZOLO – Anche l’ex presidente della Camera Luciano Violante è rimasto affascinato dai cimeli e dal’immensa raccolta di ricordi che Giancarlo Ghidorsi pazientemente ha catalogato e conserva presso la Fondazione don Primo Mazzolari.a Bozzolo. L’importante personaggio politico si è soffermato a lungo presso la sede, dov’era arrivato assieme alla sua segretaria accompagnato dall’ex sindaco Giuseppe Torchio che lo era andato a prendere direttamente a Milano sfidando pioggia e zone a traffico limitato.

Violante ha ascoltato le tante informazioni e notizie fornite dall’appassionato segretario da anni conservatore della straordinara raccolta mazzolariana dimostrando naturalmente di conoscere anche attraverso la letteratura lo scomodo prete ribattezzato da Papa Giovanni XXIII la tromba dello Spirito Santo in Val Padana. Poi Violante è andato a visitare la omba del sacerdote accolto in chiesa da don Gianni Macalli prima di giungere in sala Civica per l’atteso dibattito sul referendum costituzionale col l’On del M5 Stelle Zolezzi.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti