Commenta

Fiera di San Carlo: dal
primo al 7 novembre
Casalmaggiore si veste a festa

Rilevante la parte gastronomica con la sagra del cotechino e dei blisgon che, assicurano gli organizzatori saranno realizzati con una ricetta di Silvio Ceresini e quindi differente dal gusto assaporato durante la recente sagra della zucca

CASALMAGGIORE – Non solo bancarelle e torrone ma anche tanta cultura in questa edizione di fiera autunnale che si apre il 1 novembre per concludersi il 7. Una Fiera lunga come ha sottolineato la presidente sella Proloco Cinzia Soldi perché non si poteva non comprendere nel calendario un sabato e una domenica, Quindi si partirà con l’inaugurazione  degli eventi il primo novembre davanti al Museo del Bjou con la visita a tutte le bancarelle ed espositori che come al solito  occuperanno via Favagrossa, e via Formis mentre tutte le altre bancarelle esporranno nelle altre vie del paese compresa piazza Turati con il salone all’aperto delle auto. Oltre all’immancabile luna Park (con  la novità del Labirinto Maia su tre piani) sarà possibile visitare gratuitamente tutte le mostre e le opere d’arte nei vari musei. Attraverso visite guidate, oltre alla Torre littoria si potrà accedere a luoghi di importanza storica usualmente non accessibili. Rilevante la parte gastronomica con la sagra del cotechino e dei blisgon che, assicurano gli organizzatori saranno realizzati con una ricetta di Silvio Ceresini e quindi differente dal gusto assaporato durante la recente sagra della zucca. Il primo novembre si aprirà anche la stagione teatrale con un omaggio a Pier Paolo Pasolini nel 20esimo anniversario della sua morte, in occasione della Fiera una banca locale, la Bper offrirà l’emissione gratuita di una carta di credito ricaricabile. Alla presentazione del programma erano presenti sia il sindaco Filippo Bongiovanni che l’assessore alla Cultura Pamela Carena. Il 7 novembre la chiusura ufficiale con il tradizionale pranzo offerto agli anziani e disabili oltre alla briscola da disputarsi nella serata conclusiva.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti