Commenta

40 miliardi di pack con Sig
Combiblock: il Consorzio
festeggia il traguardo al Cibus

“Scegliere SIG Combibloc tra i nostri partner di riferimento è perfettamente in linea con la filosofia e le costanti attività di ricerca e sviluppo che contraddistinguono il Consorzio del Pomodoro, volte a migliorare la qualità e la sostenibilità dei propri prodotti dalla coltivazione alla distribuzione mondiale" dichiara Costantino Vaia.

RIVAROLO DEL RE – SIG Combibloc, azienda mondiale operante nel settore di sistemi d’imballaggio in cartone e macchine di riempimento per bevande ed alimenti – con un fatturato nel 2015 pari a 1,721 miliardi di Euro – premia il brand Pomì del Consorzio Casalasco del Pomodoro mercoledì in occasione di uno dei principali eventi di riferimento per l’innovazione tecnologica nel settore agroalimentare: Cibus Tec 2016.

Il Consorzio Casalasco del Pomodoro e SIG Combibloc festeggiano insieme i primi 40 miliardi di pack certificati FSC® (Forest Stewardship Council®) prodotti da SIG: una risposta concreta all’esigenza quanto mai attuale di utilizzare risorse sempre più eco-sostenibili. Da sempre le confezioni in cartone sono uno degli elementi distintivi del marchio Pomì, brand leader nel mondo delle conserve di pomodoro in questa tipologia di imballaggio che di fatto dai primi anni ’80 è stato il primo a scegliere questo tipo di confezione per la propria passata.

Infrangibile e pratico, presenta innegabili vantaggi dal punto di vista dell’ecologia e del servizio, risparmia e ottimizza lo spazio, igienico e grazie al tappo richiudibile,  conserva perfettamente gli alimenti preservandone la fragranza originale. Gli imballaggi Combibloc sono il risultato di una ricerca tecnologica ad alto livello che ha portato il Consorzio Casalasco ad individuare  SIG Combibloc come uno dei partner ideali per i propri prodotti sia a marchio Pomì che per le produzioni di co-packing per le più importanti multinazionali del segmento food.

Il marchio FSC®, sul mercato da diversi anni, identifica i prodotti realizzati con legno proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. “FSC da sempre lavora per migliorare la gestione delle foreste a livello mondiale, assicurando al cliente e al consumatore finale che i prodotti marchiati FSC siano il risultato di sistemi produttivi che garantiscono i più alti benefici sociali e ambientali. – dichiara Raffaele Abbruzzetti, Head of Italy SIG Combibloc – “Certamente l’aver riconosciuto l’importanza del nostro ruolo di supporto strategico nei confronti dei clienti, come Pomì, ha contribuito al successo di questa consolidata collaborazione.”

“Scegliere SIG Combibloc tra i nostri partner di riferimento è perfettamente in linea con la filosofia e le costanti attività di ricerca e sviluppo che contraddistinguono il Consorzio Casalasco del Pomodoro, volte a migliorare la qualità e la sostenibilità dei propri prodotti dalla coltivazione alla distribuzione mondiale – dichiara Costantino Vaia, Direttore Generale del Consorzio Casalasco del Pomodoro – Anche per questo motivo, da diversi anni adottiamo per i nostri imballaggi carta a marchio Pomì solo materiale eco-sostenibile marchiato 100% FSC®.”

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti