Commenta

La Pomì fatica ancora con
le piccole, ma ribalta Bolzano:
al tie break è 3-2 rosa

Al tie break poi la Pomì ha continuato a condurre con autorità, vincendo per 15-10. Prossimo impegno mercoledì 2 novembre alle ore 20.30 al PalaRadi di Cremona (esordio stagionale interno), contro Saugella Monza nel recupero della seconda giornata di campionato.
Nella foto i tifosi rosa a Bolzano

SUDTIROL NERUDA VOLLEY – VBC POMI’: 2-3 (25-21 / 25-23 / 16-25 / 17-25 / 10-15)

Neruda Volley: Bruno (L), Grothues-Balkenstein 6, Spinello, Bauer 13, Papa 3, Pincerato 2, Popovic-Gamma 17, Vrankovic, Bartsch 12, Zambelli 6. Non entrate: Bertone, Zancanaro. All. Salvagni-Samec

VBC Pomì: Lloyd 7, Peric, Sirressi (L), Gibbemeyer 6, Bosetti 8, Guerra 1, Fabris 26, Stevanovic 13, Tirozzi 16. Non entrate: Bacchi, Turlea, Gibertini (L), Susic. All. Caprara-Bolzoni

BOLZANO – Questa volta il tie break è benedetto, ma che fatica contro il SudTirol Bolzano, che infatti conquista il suo primo punto: la Pomì torna in campionato e lo fa conquistando due punti, come già era accaduto in casa del Club Italia. Bolzano, al PalaResia, ha fatto tremare le rosa, vincendo i primi due set per 25-21 e 25-23. A quel punto però la squadra rosa ha saputo reagire, iniziando una rimonta importante per la testa prima ancora che per la classifica, dato che in graduatoria la Pomì, con due punti sulla carta facili lasciati per strada, perde un po’ di terreno (4 punti anziché 6 dopo due turni giocati). 25-16 nel terzo set, 25-17 nel quarto, facendo quasi rabbia per non avere giocato in questo modo anche prima. Al tie break poi la Pomì ha continuato a condurre con autorità, vincendo per 15-10. Prossimo impegno mercoledì 2 novembre alle ore 20.30 al PalaRadi di Cremona (esordio stagionale interno), contro Saugella Monza nel recupero della seconda giornata di campionato.

SPAZIO INTERVISTE

Gianni Caprara, head coach: “Sono orgoglioso delle mie ragazze perchè, pur sentendomi il primo responsabile per aver concesso molti giorni di riposo e quindi non avendo preparato la partita a dovere, mi danno sempre più la certezza di avere un grande carattere e di avere la grinta e la voglia giusta per cercare di vincere ogni partita.”

Samanta Fabris, opposto: “Non siamo partite bene, dipende tanto da noi, dobbiamo sempre avere la voglia di vincere e se riusciamo ad avercela giochiamo come si deve..ci vuole pazienza, è solo l’inizio”.

Christina Bauer, capitano del Neruda Volley: “Mi dispiace perchè potevamo raggiungere la prima vittoria in casa, ci abbiamo provato, nei primi due set abbiamo giocato bene, ma alla fine abbiamo guadagnato solo un punto.”

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti