Ultim'ora
Commenta

Nicolò Carosio, la nostalgia
e una nuova vita: con Ricci
a Rivarolo vince la radio

Voce di Radio 24, Dario Ricci ha spiegato segreti, misteri e potenzialità del mezzo: e sabato, dopo le due ore passate con i ragazzi della “Cesare Tosi”, ha visto parecchi giovani sgomitare per avere un autografo sui propri quaderni di scuola.
Nella foto Dario Ricci e il pubblico alla Sanguanini

RIVAROLO MANTOVANO – Quando venne presentata al pubblico la mostra “Onde Radio”, programma a Palazzo del Bue a Rivarolo Mantovano fino al 27 novembre novembre, è stata subito descritta come uno spazio vivo. Non pezzi da museo, insomma, ma oggetti capaci di raccontare. Ecco perché la doppia visita nel weekend di Dario Ricci, invitato speciale, ha avuto un senso molto particolare.

Sabato, in sala polivalente, Ricci ha raccontato la storia della radio ai ragazzi della locale scuola media intitolata a Cesare Tosi, mentre venerdì sera lo stesso Ricci presso la Fondazione Sanguanini ha intrattenuto i presenti offrendo uno spaccato della recente storia sportiva d’Italia riproposta attraverso l’ascolto di spezzoni di radiocronache sportive talmente memorabili da regalare magie ancora oggi, magari con l’aiuto di un playback. Riproponendo la voce di Nicolò Carosio, ad esempio, la prima icona radiofonica (ossimoro voluto) della storia d’Italia.

Voce di Radio 24, Dario Ricci ha spiegato segreti, misteri e potenzialità del mezzo: e sabato, dopo le due ore passate con i ragazzi della “Cesare Tosi”, ha visto parecchi giovani sgomitare per avere un autografo sui propri quaderni di scuola. Lo stesso Ricci però, con i suoi complimenti, ha idealmente chiesto un autografo ai curatori della mostra “Onde Radio”. Il perché lo spiega lui stesso. “La radio merita questo – spiega Ricci – dato che è qualcosa di più di un medium ed è parte di noi: doveva morire con avvento di internet e invece sta vivendo una seconda e terza giovinezza. In particolare il racconto sportivo si collega al nostro vissuto e nostra storia, divenendo coscienza collettiva e focolare della nostra coscienza collettiva”.

Le iniziative non finiscono qui: una delegazione di studenti e docenti della scuola media locale andrà in visita in redazione presso la sede di Radio 24 a Milano a interagire con i colleghi di Dario Ricci e a provare l’esperienza di una trasmissione radiofonica in diretta, mentre in programma vi è anche di realizzare a Rivarolo Mantovano il festival della letteratura sportiva italiana con la presenza di giornalisti sportivi e campioni dello sport locali e nazionali. E in tutto questo la radio verrà studiata anche come strumento spesso salvavita, come spiega il vicesindaco Mariella Gorla. “Simuleremo alcune situazioni di radiosoccorso: gli studenti verranno cioè radunati vicino ai luoghi di raccoglimento e, mediante l’utilizzo della radio, spiegheremo loro cosa accade in caso di evacuazioni o problemi ambientali”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti