2 Commenti

Quelle lettere dei cittadini
viadanesi al Duce Mussolini:
scoperta presentata al Rotary

Prima della interessante conviviale una parte dei soci ha partecipato alla Santa Messa tenutasi nella Chiesa del Castello in relazione alla commemorazione dei defunti. Nel caso specifico un ricordo è andato a Giovanni Concari, marito di Maria Rosa Concari, ex preside di Santa Chiara.

VIADANA – Se una serie di magliette con la scritta “Benito santo subito” esposte alla recente fiera di Casalmaggiore hanno sollevato un mezzo tornado, chissà che smorfie finirà per provocare la notizia dell’ultima conviviale del Rotary Casalmaggiore Viadana Sabbioneta. Il tema della serata, organizzata  lunedì dalla presidente Elena Anghinelli presso la Locanda Ginnasio di Viadana, era quella delle lettere scritte dai viadanesi a Benito Mussolini.

Una straordinaria e faticosa ricerca documentale presso gli archivi di Stato e comunali condotta da Giuseppe Flisi, presidente della Società storica viadanese che ha portato alla conoscenza dei rotariani le foto e le citazioni relative ai molteplici contatti epistolari che gente di Viadana ebbe con il Duce. D’altra parte all’indirizzo di Palazzo Venezia a Roma nel Ventennio fascista arrivavano 40mila lettere al giorno, al punto che il destinatario in persona decise di assumere 50 addetti allo smistamento di tale gigantesca quantità di corrispondenza. Il fatto poi che il primogenito del Duce Vittorio Mussolini abbia preso in moglie Orsola Buvoli, una bella signora di Viadana, rende comprensibile come la gente del posto  all’epoca avesse avuto  il coraggio, e in certi casi l’ardire, di scrivere al Duce denunciando povertà e miseria, implorando aiuti e poi anche cercando raccomandazioni sino al punto da offrire, da parte di un possidente, una lauta ricompensa in cambio di nomine e assegnazioni di prestigio nella Capitale.

Prima della interessante conviviale una parte dei soci ha partecipato alla Santa Messa tenutasi nella Chiesa del Castello in relazione alla commemorazione dei defunti. Nel caso specifico un ricordo è andato a Giovanni Concari, marito di Maria Rosa Concari, ex preside di Santa Chiara, recentemente scomparso. Ad officiare il rito il collaboratore parrocchiale don Luigi Parmigiani, che ha svelato alla fine di essere pure lui socio (onorario) del Rotary oltre che aderente all’Ordine dei Cavalieri di Malta.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti
  • canacrepa

    CUI PRODEST?

  • Artur Miller

    Precisiamo che il primogenito dei cinque figli di Benito Mussolini fu Edda (futura moglie di Ciano) (Forlì, 1º settembre 1910 – Roma, 9 aprile 1995), Vittorio fu il primo maschio (Milano, 27 settembre 1916 – Roma, 13 giugno 1997).