Commenta

Un sapone fatto di zucca:
il Polo Romani vince il bando
ricordando Umberto Chiarini

“Vorremmo anche chiedere a tutte e tutti voi, e non solo alle scuole titolari dei quattro progetti selezionati - ha voluto precisare Damiano Chiarini dal profilo Facebook del padre - di sentirvi parte di questa comunità provvisoria, leggera e consapevole, di saperi e pratiche. E di rimanere in contatto".

CASALMAGGIORE – Ci teneva molto, Damiano Chiarini, che a dare la notizia fosse virtualmente il compianto papà Umberto, protagonista di tante battaglie ambientaliste che lo stesso Damiano, del resto, sta incarnando ora in prima persona. La novità riguarda il bando del gruppo Persona-Ambiente intitolato proprio a Umberto Chiarini, che coinvolge le scuole, cercando di sprigionare nei giovani idee e inventiva per progetti legati sempre a tematiche ambientali.

Ebbene, i risultati sono usciti nelle scorse ore e per il 2016-2017 a vincere è stato il Polo Scolastico Romani di Casalmaggiore con “Insaponiamoci di zucca” che porterà gli studenti, guidati dalla professoressa Fabiola Sorrentino e dal prof. Giancarlo Agosti alla creazione di un sapone con sostanze vegetali e zucca. Al secondo posto la scuola dell’infanzia “I Gelsi” di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, con il progetto: “Riduco, Riciclo, Riutilizzo, Recupero: la teoria delle 4R in azione” con la prof. Cinzia Maria Braglia come referente.

Sul podio sale poi la scuola primaria e secondaria di Piubega, Mantova, all’interno dell’Istituto comprensivo di Ceresara, sempre nella provincia virgiliana, per “Percorsi d’acqua” che studierà storia, paesaggi e biodiversità di fiumi e canali dell’alto mantovano con la docente Maria Grazia Coffetti. Chiude, e torniamo nel comprensorio, il quarto posto della scuola primaria di Rivarolo Mantovano facente parte dell’Istituto Comprensivo di Bozzolo con il progetto: “Sfogliando si impara” promosso dalla professoressa Angela Vincenti. Lo scorso anno tra i progetti prescelti vi fu “Salviamo le api” realizzato dalla scuola elementare Marconi di Casalmaggiore e presentato poi in piazza Garibaldi in giorno luminoso di primavera.

“Vorremmo anche chiedere a tutte e tutti voi, e non solo alle scuole titolari dei quattro progetti selezionati – ha voluto precisare Damiano Chiarini dal profilo Facebook del padre – di sentirvi parte di questa comunità provvisoria, leggera e consapevole, di saperi e pratiche. E di rimanere in contatto, di tenerci aggiornati sugli sviluppi dei vostri – e nostri – progetti. Vorremmo cioè rimanere in questa buona compagnia, e che nessuno si sentisse promosso o bocciato”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti