Cronaca
Commenta

Il Rotary CVS incassa i complimenti del Governatore Pari: "Ci mettete il cuore"

Fondatore nel 1991 del Club di Melegnano e successivamente chiamato a ricoprire diversi importanti incarichi sino alla massima qualifica quest’anno di Governatore, l’ingegner Pari ha offerto un’immagine di sé semplice e disponibile anche se determinata e decisa.

VIADANA – La massima autorità rotariana ha fatto visita lunedì sera al Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta. Prima della conviviale la presidente del Club Elena Anghinelli, forte dei suoi 90 soci, ha illustrato al Governatore Angelo Pari l’elenco delle importanti missioni svolte dal Club in precedenza e gli altrettanti cospicui “service” già in calendario suscitando nel dirigente ottime impressioni. Complimenti e gratificazioni ripetute anche durante la cena organizzata allla Locanda Ginnasio di Viadana.

Fondatore nel 1991 del Club di Melegnano e successivamente chiamato a ricoprire diversi importanti incarichi sino alla massima qualifica quest’anno di Governatore, l’ingegner Pari ha offerto un’immagine di sé semplice e disponibile anche se determinata e decisa. “Il Club è il vero socio del Rotary International, siete voi la grande realtà e che diritto ho io di darvi indicazioni? Probabilmente i vostri service sono più importanti dei miei e le mie manifestazioni di fronte alle vostre diventano acqua. Per questo sono venuto a dirvi che sono a disposizione e quando vi occorre chiamatemi senza titubanza”.

L’alta carica rotariana ha poi sottolineato come il Rotary non goda nel mondo del peso e dell’importanza che merita. “Eppure abbiamo un storia importante con 110 anni di attività combattendo guerre e Papi da cui non eravamo ben considerati. Per fortuna Paolo VI ci ha sdoganato”. Pari poi, ricordando l’impegno organizzato a favore delle donne bielorusse offendo loro un pap test per contrastare la diffusissima malattia del tumore vaginale, ha pure rivelato di aver raggiunto un accordo di collaborazione con la Protezione Civile (battendo la concorrenza dei Lions) grazie alla quale d’ora in poi i rotariani saranno al centro dell’attenzione mediatica, con giubbini di colore evidente e presenze sui principali fronti dell’emergenza.

Un altro traguardo è quello di mettere a tavola tutti i Club d’Italia, ciascuno a casa di un socio disponibile, il 18 maggio prossimo per “la Cena dei 100 anni”, allo scopo di raccogliere circa 150mila euro da versare per altri obiettivi umanitari. “I service sono importanti ma lo sono ancora di più quando sono fatti con il cuore. Quando vedi il piacere e il gusto di fare col sorriso sul volto dei partecipanti. Io ci metto il cuore in questa attività e capisco che accade altrettanto in voi, guardandovi semplicemente negli occhi” ha concluso il Governatore che alla fine ha donato omaggi (cravatta e spilla) a Mario Fazzi e Fermo Zanichelli in qualità di segretari, a Luca Gardani come prefetto e a Vincenzo Corbisiero nella veste di tesoriere. Scambio di doni anche con Elena Anghinelli, eccellente presidente del Club. La prossima conviviale sarà lunedì 19 dicembre presso l’Antica Grancia Benedettina di Coltaro. Essendo la tradizionale “prenatalizia” sarà ospite il vescovo di Cremona monsignor Antonio Napolioni.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti