Commenta

Società storica viadanese,
oggi presentazione dei
saggi di quest'anno

Viadana e il territorio mantovano fra Oglio e Po, giunto all’undicesimo numero, verrà presentato oggi. Nell’occasione è possibile iscriversi alla Società Storica Viadanese e, per i soci, ritirare le pubblicazioni loro spettanti.
giovanno cavatori, vaiata,

VIADANA – Il Bollettino della Società Storica Viadanese, Vitelliana. Viadana e il territorio mantovano fra Oglio e Po, giunto all’undicesimo numero, verrà presentato oggi a Viadana. Nove i saggi presenti i cui argomenti sono quest’anno sono molto eterogenei: Giorgio Milanesi, Inedite sculture lignee tra Oglio e Po: un crocefisso in San Rocco a Gazzuolo, una Madonna con Bambino in Santi Rocco e Sebastiano a Viadana; Anna Cristina Avosani, La Madonna delle Ciliegie: un esempio di sperimentazione classica sul territorio viadanese; Mario Marubbi, Appunti per Andrea Scutellari; Domenico Cerami, La memoria dipinta: stemmi e iscrizioni degli studenti viadanesi nell’Archiginnasio di Bologna; Michele Danieli, Tra Viadana, Bologna e l’Europa. Le avventure di Giuseppe Carlo Pedretti, accademico clementino; Rodobaldo Tibaldi, Giacomo Antonio Arighi organista e maestro di cappella a Cremona; Manuela Amadasi, Tre esempi di didattica museale: Museo Civico “A. Parazzi” di Viadana, Parco Archeologico del Forcello e Museo Archeologico Platina di Piadena; Giuseppe Flisi, La fortuna del Monumento ai Caduti della Prima Guerra Mondiale nelle cartoline postali illustrate di Viadana; Alessandro Bosoni, Maggio 1915: i viadanesi risposero, cui seguono recensioni e segnalazioni di volumi di interesse locale, pubblicati negli ultimi 12 mesi, oltre agli Atti della Società Storica Viadanese. Nella stessa circostanza sarà disponibile il volume Il destino di una comunità: la dedizione di Viadana ai Gonzaga (1415). Atti della Giornata di studio (Viadana, 10 ottobre 2015), a cura di Giorgio Chittolini, nono volume della collana Quaderni della Società Storica Viadanese, che consta di numerosi interventi: Michele Sangaletti, Egemonia sociale e signoria: i Cavalcabò tra XIV e XV secolo; Antonio Aliani, “Boni, fideles atque legales servitores”. Il giuramento di fedeltà degli uomini di Viadana a Gian Francesco Gonzaga: nuova edizione dei documenti; Valeria Leoni, L’archivio della Comunità tra tutela dei diritti e memoria condivisa; Isabella Lazzarini, Viadana e i Gonzaga: note dai carteggi interni (XV secolo); Ernesto Flisi, Le Addictiones agli statuti di Viadana: prima analisi dei contenuti; Giuseppina Bacchi, Dal dominatus dei Cavalcabò allo stato dei Gonzaga: l’autonomia di Cicognara e la permuta del 1397; Paolo Rinoldi, Lo spazio letterario tra Tre e Quattrocento nel territori dei Cavalcabò; Giorgio Milanesi, I modelli d’immaginazione nell’osmosi viadanese, tra Cavalcabò e Gonzaga all’inizio del secolo XV. L’appuntamento è quindi per oggi pomeriggio, alle ore 17.00, presso la Galleria Civica d’Arte Contemporanea ove, dopo il sindaco Giovanni Cavatorta e il presidente della Società Storica Viadanese Giuseppe Flisi, interverrà il prof. Paolo Sacchini dell’Accademia di Belle Arti “SantaGiulia” di Brescia. Nell’occasione è possibile iscriversi alla Società Storica Viadanese, acquistare i volumi da essa pubblicati e, per i soci, ritirare le pubblicazioni loro spettanti e rinnovare l’adesione.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti